You are currently viewing Torbiere del Sebino: un passeggiata nella riserva naturale
f gff fhgh

Torbiere del Sebino: un passeggiata nella riserva naturale

La Riserva Naturale delle Torbiere del Sebino è un piccolo paradiso per chi ama la natura e il birdwatching, situato tra la Franciacorta e il Lago d’Iseo, in provincia di Brescia. Torbiere del Sebino è un’area prioritaria per la biodiversità nella Pianura Padana lombarda grazie alla varietà di habitat e di specie acquatico-palustri presenti, ritenute di pregio e di interesse comunitario perchè rare o a rischio di estinzione in Lombardia e in Italia.

Torbiere del Sebino

Torbiere

Torbiere del Sebino è formato prevalentemente da canneti e specchi d’acqua circondati da campi coltivati. Il nome è dovuto al fatto che qui un tempo si produceva la torba, un materiale organico che si ottiene dalla decomposizione di alcune specie vegetali acquatiche. Dalla metà dell’800 nella zona si iniziò lo sfruttamento di questa risorsa come combustibile nelle filande di Iseo e per uso domestico. La torba divenne un materiale davvero prezioso grazie al fatto che poteva sostituire quasi completamente l’utilizzo del carbone. Pensate che venne utilizzato anche come carburante per i treni della Ferrovia Brescia-Iseo-Edolo fino alla prima guerra mondiale. Con l’avvento del petrolio e dell’energia elettrica l’utilizzo della torba diminuì e la zona venne utilizzata per l’estrazione dell’argilla, che terminò negli anni ’70 a seguito dell’introduzione dei primi vincoli per la salvaguardia dell’ambiente.

Riserva naturale

La Riserva Naturale Torbiere del Sebino si trova a diretto contatto con il Lago d’Iseo ed è idealmente divisa in due parti:

  1. Lametta che non èvisitabile
  2. Lama, formata da grandi vasche intervallate da sottili argini di terra

[ms_promo_box style=”boxed” border_color=”#e5623b” border_width=”4″ border_position=”left” background_color=”#ffc4b3″ button_color=”#e5623b” button_link=”https://www.lecosmopolite.it/panchina-gigante/” button_icon=”” button_text=”Vai all’articolo!” button_text_color=”#ffffff” class=”” id=””]
Ami gli itinerari naturalistici? Guarda anche il nostro articolo dedicato alla Panchina Gigante di Rogno, sul Lago di Iseo, nel Parco dell’Alto Sebino [/ms_promo_box]

 

Nella riserva si possono fare due percorsi a piedi:

  • Sud – centrale con partenza e arrivo al Monastero S. Pietro in Lamosa che si erge sopra la riserva (ed è visitabile) oppure alla stazione di Provaglio.
    La passeggiata è di circa 4 Km per un tempo di percorrenza intorno alle 3 ore.
  • Nord – centrale con partenza e arrivo al Centro Visite. Il percorso vi guiderà tra boschi e i vigneti del Franciacorta. Qui si trova anche la torretta per il birdwatching.
    La passeggiata è di circa 5 Km per un tempo di percorrenza intorno alle 4 ore.

In entrambi gli itinerari la zona più suggestiva è quella nel cuore della Riserva naturale dove potrete camminare sulle passerelle in legno che collegano le diverse lingue di terra tra le vasche.

Alessio Richini Ph.

L’ingresso alle Torbiere del Sebino è a pagamneto, ma non temete, costa solo 1€ ..portatevelo giusto, giusto però!

Roberta Ferrazzi

Ciao! Sono Roberta Ferrazzi, travel blogger fondatrice e manager di LeCosmopolite.it, il blog dedicato alle donne viaggiatrici. Arilicense di origine, sono nata e cresciuta sulla sponda veneta del Lago di Garda, e milanese di adozione, sono una consulente in comunicazione online e offline con pluriennale esperienza nel mondo del lusso a livello internazionale (Roberta Ferrazzi Communication). Il mio ufficio è il mio computer. Potrete trovarmi spesso sul Lago di Garda, a Milano, a Roma, a Parigi e ovunque il desiderio di scoperta mi conduca. Amo l’arte, il design, la moda, la musica e il ballo (il tango in particolare), il buon cibo e le grandi tazze di caffè. Viaggio spesso in solitaria alla scoperta di nuove culture o alla ricerca di un po’ di relax. Mi potete contattare a questo link! ;)

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.