Ufficio in casa: come arredare un angolo studio per lo smart working

Ufficio in casa

Ufficio in casa. Se siete pronti ad abbracciare la vita da travel blogger tra gli aspetti organizzativi della vostra nuova attività, che dovrete prendere in considerazione, ce ne sono anche di pratici. Tra questi il ricavare un angolo studio in casa. Ho chiesto a Daniela Galassi, architetto e interior designer, fondatrice di Made in Interior a Milano, di darci qualche suggerimento per creare uno spazio bello e pratico in cui scrivere di viaggi!

Ufficio in casa

Da quando il pc è arrivato alla portata di tutti è diventato possibile lavorare a distanza. Il lockdown causato dalla diffusione del nuovo Coronavirus ha sicuramente dato un’accelerazione alla diffusione anche in Italia del così detto smart working. Lavorare in remoto è inoltre una prerogativa di ogni travel blogger e travel influencer che dovrà, per forza di cose, organizzare un angolo ufficio in casa propria e ricavare un mini ufficio ovunque si trovi nel mondo. Il design nomade, ed in generale, l’interior design ci vengono in aiuto per arredare il nostro studio in casa.

La professional organizer Ale Zigliotto ci ha spiegato, in un’intervista dedicata, come lavorare da casa ed in generale, come ottimizzare il lavoro in smart working. Daniela Galassi ci darà tante utili idee per arredare lo studio in casa!

Daniela Galassi – interior designer

Daniela Galassi è stata la mia insegnante in un corso di interior design a Milano. Daniela ha infatti fondato nella capitale meneghina Made in Interior, che offre una formazione professionale a coloro che vogliono intraprendere una carriera nel settore dell’interior design. Nel team di Daniela c’è anche Graziana Calabrese, che ci ha raccontato in un’intervista cosa fare e vedere a Milano se si ama il design! 😉

Daniela non è solo un architetto ed interior designer di successo, ma anche una viaggiatrice solitaria, che ha fatto del lavorare da casa il suo stile di vita. Il suo lavoro le ha imposto profonde riflessioni sull’abitare e sulla qualità dello spazio e la sua filosofia ruota attorno ad un unica parola chiave: flessibilità. Perché? Perché oggi più che mai tutto cambia velocemente e la casa deve essere la nostra estensione e deve rispecchiare e accogliere i nostri cambiamenti. Al tempo del Covid-19, ad esempio, le case sono diventate una sorta di coworking familiare improvvisato, in cui è necessario organizzare i giusti spazi.

Vediamo insieme a Daniela come organizzare un ufficio in casa, che sia bello e allo stesso tempo funzionale!

Angolo ufficio in casa

Il primo passo per organizzare un angolo ufficio in casa è ritagliarsi uno spazio dedicato, con questo intendo dire che mettersi sul tavolo della cucina ed essere costretti a “sbaraccare” all’ora di pranzo è un incentivo alla dispersione della nostra attenzione e delle nostre energie.

Come arredare un ufficio in casa

Per arredare un piccolo studio in casa bisogna innanzitutto capire che attività andremo a svolgere in smart working. Si tratta di un lavoro creativo o di concentrazione?
Nel primo caso è perfetta una postazione di lavoro da dove si può guardare fuori dalla finestra, meglio se su uno spazio verde rigenerante.

Nel secondo caso invece, per non creare distrazioni, è preferibile che il mini ufficio in casa venga organizzato in un luogo raccolto. Anche una semplice tenda che racchiuda lo spazio di lavoro, può essere un’idea facile per organizzare l’ufficio in casa.

Il secondo passo per ricavare uno studio in casa è selezionare il luogo più adatto ad accoglierlo. Non scoraggiatevi se il vostro appartamento è piccolo, perché ci sono diverse opzioni a nostra disposizione.

Angolo studio nell’ingresso

Possiamo ad esempio organizzare un angolo studio nell’ingresso, una zona della casa di solito poco utilizzata e sfruttata. Non ci vuole un grande spazio: vi basterà avere a disposizione una mensola di profondità di circa 40 o 50 cm.

Angolo studio in soggiorno

Un’altra possibilità è creare un angolo studio in soggiorno. Tenete presente però, che – se non abitate da soli – la zona living room potrebbe essere presa d’assalto da chi vuole guardare la TV e così via!

Angolo studio a scomparsa

Infine possiamo organizzare un angolo studio a scomparsa. Per allestire l’ufficio in casa possiamo sfruttare l’interno di un armadio o di una zona guardaroba con un’apertura a sorpresa.

Angolo ufficio in camera

Personalmente sconsiglio di organizzare un angolo ufficio nella zona notte. Quest’area della casa dovrebbe sempre restare separata dall’attività lavorativa. So però che ci sono persone che vivono in open space o semplicemente amano lavorare a letto o su un comodo divano! Anche in questo caso l’interior design ci viene in contro con soluzione d’arredo belle e funzionali.

Arredamento per lo studio in casa

Una volta scelta la zona della casa da destinare ad angolo ufficio, bisogna ricordare che questa, per quanto piccola sia, deve essere ben attrezzata. Ecco quali complementi d’arredo non possono mancare in un ufficio in casa:

Piano di lavoro

Il piano di lavoro. Come abbiamo detto, non solo una scrivania, ma anche una mensola un po’ più profonda può funzionare allo scopo. Per il mio angolo studio ho scelto un tavolo in cartone, leggero, ecofriendly, facilissimo da smontare e da adattare a qualunque ambiente, economico senza essere cheap!

Seduta confortevole

Una seduta confortevole, che favorisca una buona postura. Io mi trovo bene con una seduta ergonomica tipo Stokke, che permette di tenere la schiena dritta.

Lampade da ufficio

Una buona illuminazione è essenziale per un ufficio in casa. Preferite lampade a braccio “aggiustabili”. Le lampade tipo Naska Loris sono sempre le mie preferite, soprattutto se di un bel colore vivo!

Mensole

Quando pensate a come arredare un ufficio in casa, tenete presente che è importantissimo avere tutto ciò che occorre a portata di mano. Diciamo sì a mensole o piccole strutture munite di appoggi o ganci, che permettono di avere quel che serve senza ingombrare troppo la scrivania e che ci permettono di mantenere il nostro piccolo ufficio in casa bello ed ordinato!

Roberta Ferrazzi
Roberta Ferrazzi, travel blogger veronese fondatrice e manager di LeCosmopolite.it, il salotto dedicato alle donne viaggiatrici, è una consulente in comunicazione online e offline con pluriennale esperienza nel mondo del lusso a livello internazionale e forte competenza nel campo della moda, gioielleria, orologeria, design e luxury event. Nel 2017 ha fondato la PR & Digital boutique Shake your S Communication. Oggi progetta e realizza strategie di comunicazione digitali e offline per promuovere con profitto aziende e professionisti. Il suo ufficio è il suo computer. La potrete trovare spesso sul Lago di Garda, a Milano, a Roma, a Parigi e ovunque il desiderio di scoperta la conduca. Ama il design, l’arte, la moda, la musica e il ballo (il tango in particolare), il buon cibo e le grandi tazze di caffè. Viaggia spesso in solitaria alla scoperta di nuove culture o alla ricerca di un po’ di relax. Per contattarla
http://www.shakeyour-s.com

Similar Articles

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Top
error: Questo contenuto è protetto.