Tramezzino veneziano: la ricetta per farlo a casa tua

Tramezzino veneziano: la ricetta per farlo a casa tua

Chi non ha mai assaggiato un tramezzino veneziano, magari accompagnato da uno Spritz, durate una gita a weekend a Venezia? Io trovo i tramezzini veneziani irresistibili! Ecco le ricette di questo piatto tipico veneziano e la spiegazione di come fare un tramezzino veneziano a casa vostra!

Tramezzino veneziano

Panciuto, morbido e gustoso il tramezzino veneziano, o come lo chiamano i locali “el tramesin”, è una food experience da non perdere durante una gita a Venezia. Il tramezzino, street food veneziano per eccellenza, accompagnato da Spritz o “un’ombra”, ossia un calice di vino, si gusta praticamente tutto il giorno. C’è chi lo mangia a colazione, chi lo sceglie come spezza fame durante la mattinata o come merenda il pomeriggio e chi, infine, se lo gusta all’ora dell’aperitivo. Di fatto è un jolly capace di chiudere il buco nello stomaco, ma anche di aprire una voragine! 😀 Ne esiste anche una versione arrotolata, ma io amo la classica forma a triangolo.

Perché si chiama tramezzino

Sapete perché il sandwich in italiano si chiama tramezzino? Il nome tramezzino si deve al geniale Gabriele D’Annunzio, che battezzò questi gustosi panini “intramezzo”, rimandando all’idea che si tratta di qualcosa di sfizioso “che sta nel mezzo”, ossia da gustare tra un pasto e l’altro.

Tramezzino ricette

A Venezia troverete moltissime varianti del tipico tramezzino, e moltissime ne potrete fare a casa vostra, io vi propongo i gusti che mi piacciono di più! 😀 Tra i tramezzini veneziani che preferisco ci sono sicuramente i gusti prosciutto e funghi, tonno e uovo sodo, spiaci e ricotta, rucola e gamberetti e la versione più moderna salmone e avocado, che fa tanto California avocado toast, non è per niente tipica, ma è tanto, tanto buona! 😀

Ingredienti

  • Pane bianco da tramezzini
  • Maionese dal gusto delicato
  • Tonno in scatola (con olio o al naturale a seconda del vostro gusto)
  • Uova
  • Gamberetti in scatola
  • Rucola
  • Prosciutto cotto tagliato sottile
  • Funghi trifolati sottolio in scatola
  • Spinaci
  • Ricotta
  • Parmigiano reggiano
  • Salmone norvegese affumicato
  • Avocado
  • Formaggio fresco spalmabile
  • Semi di papavero
  • Sale q.b
  • Pepe q.b.
  • Olio extra vergine di oliva q.b.

Preparazione

Pane da tramezzino

Il pane bianco da tramezzino va “pretrattato” per prendere la forma panciuta del tramezzino veneziano. Posizionate le fette lunghe su un tagliere e vaporizzatele con dell’acqua, senza farle diventare fradice ovviamente!

Ora spalmate le fette con una dose generosa maionese su tutta la lunghezza (non è questo il momento della dieta! : D ). La maionese, infatti, servirà per tenere uniti i bordi dei tramezzini veneziani.

Infine tagliate in due le fette lunghe di pane bianco per tramezzino senza crosta, in modo da ottenere due quadrati.

Chiudere il pane da tramezzino veneziano

Come vi dicevo il tramezzino veneziano ha un ripieno generoso, con un “effetto cupola”! Una volta che avrete imbottito il vostro tramezzino, dovrete porre sul ripieno la fetta di pane bianco ricoperta di maionese ed aiutarvi con le mani premendo bene sui bordi “incollandoli” alla fetta di pane sottostante. Poi prendete un coltello da pane a seghetto e tagliate i tramezzini a metà, creando dei triangoli. Ricordate di pulire il coltello ogni volta che tagliate un nuovo tramezzino.

Il trucco è fare i tramezzini veneziani in modo che quando li si mangia non esca fuori, tipo esplosione, tutto il ripieno dopo il primo morso! 😀

Ora procediamo con il ripieno del tramezzino veneziano!

Cottura dell’uovo sodo

Iniziamo con il fare un uovo sodo. Immergete delicatamente l’uovo sodo  in acqua a temperatura ambiente, facendo in modo che l’acqua lo copra completamente. Mettete il pentolino sul fornello e dopo circa 8 minuti sarà pronto. Scolate l’uovo sodo e passatelo immediatamente sotto l’acqua fredda in modo da fermare la cottura. Picchiettatelo con il dorso di un coltello così da romperne il guscio ed in fine sgusciate l’uovo. Se non usate subito le uova sode per la vostra ricetta del tramezzino veneziano, conservatele immergendole completamente in acqua fredda, così da non farle asciugare troppo. 😉

Tramezzino veneziano alle uova

Il tramezzino con uovo è semplice, ma gustoso! Tagliate le uova sode a pezzettini piccoli, conditele a piacere (in alcuni bar di Venezia mettono anche la paprica), mischiatele con la maionese e riempite per benino il vostro tramezzino veneziano.

Preparazione tramezzini tonno e uova

Per preparare il tramezzino con ripieno di tonno e uova, dovete scolare bene il tonno e condirlo a piacere con sale e una lacrima di olio, se usate quello naturale. Tagliate il vostro uovo sodo prima per il lungo e poi dividete le due parti ottenute a metà. Posizionate l’uovo sodo sul pane e ricopritelo con una dose abbondante di tonno.

Preparazione tramezzini tonno e olive

Per preparare il tramezzino con ripieno di tonno e olive dovete scolare bene il tonno e condirlo a piacere con sale e una lacrima di olio, se usate quello naturale. Tagliate le olive a pezzettini con il coltello. Posizionate sul pane prima uno strato di tonno e poi le olive. Chiudete il vostro tramezzino, tagliate e gustate!

Preparazione tramezzini gamberetti e rucola

Scolate i gamberetti in scatola e tagliateli a pezzettini con il coltello. Adagiate sul pane con maionese la rucola e sopra i gamberetti. Ricoprite con la fetta di pane, chiudete bene il tutto, tagliate a metà e il vostro tramezzino veneziano gamberetti e rucola è pronto!

Preparazione tramezzini prosciutto cotto e funghi

Scolate i funghi trifolati sott’olio e adagiateli sulla base del tramezzino. Ricoprite con le fette di prosciutto cotto, chiudete il tutto e gustatevi il vostro sandwich veneziano.

Preparazione tramezzini spinaci e rucola

Il tramezzino veneziano spinaci e rucola è uno di quelli che prendo quasi sempre per una merenda. Lessate e strizzate per bene gli spinaci. Regolateli di olio, sale e pepe a piacimento e sminuzzateli in un robot. Mescolate il composto con la ricotta e, se gradite, anche con del parmigiano. Posizionate il ripieno così ottenuto nel vostro tramezzino, chiudete e tagliate in due.

Ora è il momento della versione fusion, e anche un po’ cosmopolita, del tramezzino veneziano! 😀

Preparazione del tramezzino salmone affumicato, avocado, semi di papavero e formaggio spalmabile

Cospargete la base del pane con un formaggio fresco spalmabile dal sapore delicato. Tagliate l’avocado a fette sottili e mettetelo sopra al formaggio. Tagliate il salmone affumicato norvegese a pezzettini, e mischiatelo con un poco di maionese e semi di papavero. Mettete il tutto sulla base di avocado. Ricoprite con la seconda fetta di pane. Tagliate il tramezzino e decorate il lato con semi di papavero.

Impiattamento

Una volta preparati mettete i vostri tramezzini veneziani su di un tagliere o un piatto da portata e copriteli con uno straccio umido, in questo modo non si seccano e restano belli soffici. Lasciarli riposare in frigorifero fino al momento di mangiarli.

Se avete deciso di organizzare un aperitivo a buffet tra amici potreste utilizzare, al posto dei normali piatti, dei piccoli e simpatici taglieri porta bicchiere. Io li trovo pratici, geniali e molto adatti ad un aperitivo con ricette tipiche della tradizione! 😉

Dove mangiare i tramezzini a Venezia: il Bar Filovia

Se dopo averli gustate a casa avete voglia anche di andare a mangiare i tramezzini veneziani proprio a Venezia, vi segnalo il Bar Filovia, in Santa Croce 521/A, a due passi da Piazzale Roma e dal Ponte della Costituzione di Santiago Calatrava.

Il Bar Filova esiste dal 1960 a Venezia ed è amatissimo dai locali. Vedere il bancone per intero è praticamente impossibile, tanta è la folla che assedia ad ogni ora il bar che, di per sé, non è molto grande. Tra le infinite varietà di tramezzini veneziani proposti, spicca il così detto “piccantino“, un must have preparato con il prosciutto, verdure, salsa piccante e altri ingredienti che, ovviamente, sono segretissimi! Quindi l’unico modo che avete per assaggiare il tramezzino piccantino è andare a visitare questa meravigliosa città italiana! 😉

Roberta Ferrazzi

Roberta Ferrazzi, travel blogger veronese fondatrice e manager di LeCosmopolite.it, il salotto dedicato alle donne viaggiatrici, è una consulente in comunicazione online e offline con pluriennale esperienza nel mondo del lusso a livello internazionale e forte competenza nel campo della moda, gioielleria, orologeria, design e luxury event. Nel 2017 ha fondato la PR & Digital boutique Shake your S Communication. Oggi progetta e realizza strategie di comunicazione digitali e offline per promuovere con profitto aziende e professionisti. Il suo ufficio è il suo computer. La potrete trovare spesso sul Lago di Garda, a Milano, a Roma, a Parigi e ovunque il desiderio di scoperta la conduca. Ama il design, l’arte, la moda, la musica e il ballo (il tango in particolare), il buon cibo e le grandi tazze di caffè. Viaggia spesso in solitaria alla scoperta di nuove culture o alla ricerca di un po’ di relax. Per contattarla

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.