fbpx

Migliori Musei a Milano: 23 musei e case museo da vedere, info utili e mappa

I Musei a Milano sono sicuramente tra le cose da vedere quando si visita il capoluogo lombardo. La proposta culturale di Milano è ricca e variegata ed i suoi musei e case museo propongono collezioni d’arte che spaziano dall’arte antica all’arte contemporanea, passando per pregevoli arredi e oggetti di design, moda e imperdibili mostre temporanee. In questo articolo vi racconto quali sono i migliori musei di Milano, dove trovare i biglietti online e come organizzare la visita. Troverete anche la mappa dei musei di Milano e dei luoghi di interesse da non perdere nei loro dintorni.

Indice

Migliori Musei a Milano da visitare

I musei a Milano sono parte integrante della vita culturale della città. Frequentatissimi dai milanesi, sono una meta da non perdere anche per chi visita il capoluogo meneghina. Ogni museo di Milano è uno scrigno di bellezza. Dovrete solo individuare quale polo museale risponde alle vostre passioni e curiosità. Di seguito troverete alcuni dei musei di Milano da visitare assolutamente, tra quelli più noti e meno conosciuti.

Guida turistica icon Scopri cosa vedere e fare a Milano.

Cerchi un viaggio organizzato su misura?

Vivi le avventure di LE COSMOPOLITE Viaggi.

Scegli e personalizza i nostri itinerari o creane di tuoi insieme ad un esperto di viaggi.

Casa degli Omenoni a Milano - facciata

Musei a Milano: biglietti e City Card

Se deciderete di visitare alcuni dei migliori musei di Milano che vi propongo in questo articolo, vi consiglio di acquistare online la Milano Card, la city card di Milano che vi darà accesso a prezzi vantaggiosi ai musei di cui vi racconterò a breve. La card comprende anche l‘accesso illimitato ai mezzi di trasporto pubblici della città. In alternativa potrete acquistare i singoli biglietti dei musei, ma il costo sarà maggiore. 😉

Biglietto d'ingresso - ticket icon Acquista la City Card di Milano con ingresso ai migliori musei della città.

Museo del Cenacolo Vinciano e l’Ultima Cena di Leonardo da Vinci

Il Museo del Cenacolo Vinciano è forse il museo più famoso di Milano. E’ qui che viene custodita l’Ultima Cena di Leonardo da Vinci. Il Museo del Cenacolo Vinciano è ospitato all’interno del refettorio del Convento Domenicano di Santa Maria delle Grazie, un complesso architettonico dichiarato patrimonio UNESCO.

Guida turistica icon Scopri il Museo del Cenacolo Vinciano e come organizzare la visita.

Biglietti per l’Ultima Cena di Leonardo da Vinci

Tra i musei a Milano, quello del Cenacolo Vinciano è forse il più gettonato e va prenotato online con molto anticipo.

Tour guidati di gruppo icon Prenota la visita del Cenacolo Vinciano con ingresso salta la fila.

Dove si trova l’Ultima Cena di Leonardo da Vinci a Milano

Il Museo del Cenacolo Vinciano, con l’Ultima Cena di Leonardo da Vinci, si trova in Piazza di Santa Maria delle Grazie 2.

Come arrivare al Museo del Cenacolo Vinciano

Treno: biglietti, orari e prezzi icon Metro 1 e 2 – Fermata Cadorna | Metro 1 – Fermata Conciliazione.

Leonardo Da Vinci a Milano: le opere, i musei e l'itinerario

Complesso Monumentale del Duomo di Milano

Il Complesso Monumentale del Duomo di Milano è sicuramente da annoverare tra imusei a Milano più importanti. La visita si snoda attraverso cinque tappe imperdibili:

  • visita dell’interno del Duomo di Milano.
  • visita dell’Area Archeologica posta sotto alla cattedrale con i resti del Battistero di San Giovanni alle Fonti e della Basilica di Santa Tecla.
  • visita delle Terrazze del Duomo.
  • visita del Museo del Duomo.
  • visita della Chiesa di San Gottardo.

Guida turistica icon Scopri il Complesso Monumentale del Duomo di Milano e come organizzare la visita.

Biglietti per il Complesso Monumentale del Duomo di Milano

I biglietti per il Complesso Monumentale del Duomo di Milano sono diversi a seconda che desideriate fare visitare tutto ilo polo museale – opzione che vi suggerisco caldamente – o visitare solo la chiesa e le terrazze.

Dove si trova il Complesso Monumentale del Duomo di Milano

Il Complesso Monumentale del Duomo di Milano si trova in Piazza del Duomo.

Come arrivare al Complesso Monumentale del Duomo di Milano

Treno: biglietti, orari e prezzi icon Metro 1 – Fermate “Cordusio” e “Duomo” | Metro 3 – Fermata “Duomo”.

Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia Leonardo da Vinci

Il Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia Leonardo da Vinci è uno dei poli museali più importanti tra i musei a Milano. Inaugurato nel 1953, sorge in un chiostro Benedettino che nel 1500 divenne un Monastero Olivetano, annesso alla Chiesa di San Vittore al Corpo. L’area, acquisita dall’industriale Guido Ucelli nel 1947, venne ristrutturata su progetto dell’architetto Piero Portaluppi. Questo straordinario museo non ha mai smesso di evolversi e oggi rappresenta il polo museale dedicato alle scienze a alla tecnologia più importante d’Italia.

Cosa vedere al Museo della Scienza e della Tecnologia di Milano

Cosa vedere al Museo della Scienza e della Tecnologia di Milano? Tra gli oltre 10.000 oggetti relativi alla storia della scienza, della tecnologia e dell’industria esposti nel Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia di Milano, non si devono perdere:

  • le Gallerie di Leonardo da Vinci, la più grande esposizione permanente al mondo dedicata al genio di Leonardo.
  • il Lanciatore VEGA.
  • il Sottomarino Enrico Toti del 1967, l’epoca della Guerra Fredda.
  • il Dritto di prua della Stella Polare della spedizione al Polo Nord del 1900.
  • il veliero Nave scuola Ebe.
  • il Transatlantico Conte Biancamano.
  • il Siluro a Lenta Corsa di Teseo Tesei della Seconda Guerra Mondiale, , conosciuto con il soprannome di Maiale.
  • il Catamarano Luna Rossa AC72 dell’America’s Cup 2013.
  • la Locomotiva a vapore Gr 552 che trainava nel tratto italiano il famoso convoglio della “Valigia delle indie”, un percorso ferroviario internazionale che collegava Londra a Bombay nel periodo 1870 – 1914.
  • la Centrale termoelettrica Regina Margherita del 1895.

Biglietti per il Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia Leonardo da Vinci

Biglietto d'ingresso - ticket icon Acquista il biglietto del Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia Leonardo da Vinci con ingresso salta la fila.

Tour guidati di gruppo icon Prenota una visita guidata delle Gallerie Leonardo da Vinci con ingresso salta la fila.

Dove si trova il Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia Leonardo da Vinci

Il Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia Leonardo da Vinci si trova in Via San Vittore 21.

Come arrivare al Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia Leonardo da Vinci

Per raggiungere il Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia il miglior modo è utilizzare i mezzi pubblici:

Treno: biglietti, orari e prezzi icon Metro 2 – Fermate “Sant’Ambrogio” | Autobus 94 – Fermata “Carducci” | Autobus 58 – Fermata “Museo della Scienza”.

Pinacoteca di Brera

La Pinacoteca di Brera è sicuramente uno dei poli espositivi in cima alla lista dei migliori musei di Milano. Il museo ospita collezioni che spaziano dal IV millennio a.C. al XX secolo, in un susseguirsi di opere d’arte che presentano il meglio della produzione artistica mondiale. Palazzo Brera non ospita solo la Pinacoteca, ma anche la prestigiosa Accademia di Belle Arti di Milano, l’Istituto Lombardo di Scienze e Lettere, la Biblioteca Nazionale Braidense, l’Osservatorio Astronomico e l’Orto Botanico, che vi consiglio di vedere una volta terminata la visita della pinacoteca. 😉

Storia della Pinacoteca di Brera

Il complesso che ospita la Pinacoteca di Brera venne costruito tra le mura dell’antico convento del 1300 dell’ordine degli Umiliati, in seguito trasferito ai Gesuiti, che vi istituirono una scuola. Palazzo Brera acquisì la sua forma attuale, solida e austera, all’inizio del 1600 grazie all’intervento dell’architetto Francesco Maria Richini. Nel 1773, dopo lo scioglimento dell’ordine dei Gesuiti, il Collegio di Brera passò sotto la proprietà dello Stato. L’Imperatrice Maria Teresa d’Austria decise allora di destinare il Palazzo di Brera a sede di alcuni dei più avanzati istituti culturali della città, le Scuole Palatine e, oltre a mantenervi le scuole già avviate dai Gesuiti, vi collocò la biblioteca e decise di ampliare l’Orto Botanico. Sempre a Maria Teresa d’Austria si deve la fondazione nel 1776 dell’Accademia di Belle Arti di Brera, che venne affiancata da una esposizione di opere destinate alla formazione degli studenti. Nel 1776 dall’architetto Giuseppe Piermarini, uno dei principali esponenti del Neoclassicismo in Italia, completò Palazzo Brera. A lui si attribuiscono la sistemazione della biblioteca, di cui un salone è visibile dalla sala I della Pinacoteca, il solenne portale d’ingresso su via Brera e il completamento del cortile. Quando Milano fu designata capitale del Regno Italico (1805-1814), la raccolta della Pinacoteca di Brera fu trasformata in un vero e proprio museo su iniziativa di Napoleone. L’obiettivo era quello di esporvi i dipinti più significativi provenienti da tutti i territori conquistati dalle armate francesi. A differenza di altri grandi musei italiani, come gli Uffizi, la nascita della Pinacoteca di Brera non è da attribuire al collezionismo privato dei principi e dell’aristocrazia, ma piuttosto a una volontà politica e di stato. Nel 1859, al centro del cortile d’Onore, fu collocata la statua bronzea raffigurante Napoleone in veste di Marte pacificatore, fusa a Roma secondo il modello di Antonio Canova. Durante tutto il 1800, logge, cortili, atri e corridoi furono destinati a ospitare monumenti che celebrassero pubblicamente artisti, benefattori, uomini di cultura e scienziati legati all’istituzione braidense. Tra i migliori esempi di questo ricco e poco conosciuto arredo si distinguono i monumenti a Cesare Beccaria di Pompeo Marchesi e a Giuseppe Parini di Gaetano Monti, che sono visibili sullo scalone d’accesso alla Pinacoteca. Durante la Seconda Guerra Mondiale, Palazzo Brera subì gravi danni strutturali a causa dei bombardamenti sul centro storico di Milano. Ne conseguì una ristrutturazione che venne seguita dal progettista architetto Piero Portaluppi. Nei decenni la collezione della Pinacoteca di Brera si è arricchita grazie a donazioni private e ad acquisizioni.

Cosa vedere alla Pinacoteca di Brera: le opere

Cosa vedere alla Pinacoteca di Brera? La Pinacoteca di Brera custodisce alcuni dei più grandi capolavori della storia dell’arte mondiale. Tra le opere d’arte più importanti della Pinacoteca di Brera vanno annoverate:

  • il Cristo Morto di Mantegna
  • lo Sposalizio della Vergine di Raffaello
  • La cena in Emmaus di Caravaggio
  • la Pala Montefeltro di Piero della Francesca
  • Predica di San Marco in una piazza di Alessandria d’Egitto di Gentile Bellini e Giovanni Bellini
  • Ritrovamento del corpo di San Marco di Tintoretto
  • Il Bacio di Francesco Hayez
  • Pietà di Giovanni Bellini.
  • Rissa in Galleria e La città che sale di Umberto Boccioni 
  • Enfant gras di Amedeo Modigliani
  • Fiumana di Pellizza da Volpedo (Giuseppe Pellizza)

Biglietti della Pinacoteca di Brera

I biglietti della Pinacoteca di Brera sono acquistabili in loco alla biglietteria o sul sito ufficiale del museo.

Dove si trova la Pinacoteca di Brera

La Pinacoteca di Brera si trova in Via Brera 28, nel cuore di uno dei quartieri più suggestivi del centro storico della città, Brera per l’appunto, ubicato tra Parco Sempione e Montenapoleone.

Come arrivare alla Pinacoteca di Brera

Treno: biglietti, orari e prezzi icon Metro 3 – Fermate “Montenapoleone” | Metro 2 – Fermata “Lanza”.

Pinacoteca Ambrosiana di Milano

La Pinacoteca Ambrosiana è – a mio avviso – uno dei più bei musei di Milano, nonostante non sia tra i più noti della città. Oltre ad ospitare una pregevole collezione d’arte con capolavori dei più grandi artisti italiani e stranieri, tra i quali Leonardo da Vinci, Caravaggio, Botticelli, Bramantino, Bergognone, Bernardino Luini, Tiziano, Giandomenico Tiepolo, Andrea Appiani, Francesco Hayez. Il percorso di visita della Pinacoteca Ambrosiana conduce poi alla Biblioteca Ambrosiana, ad essa collegata. La Biblioteca Ambrosiana custodisce il famoso Codice Atlantico di Leonardo da Vinci e il Ritratto di Musico. Una volta terminata la visita della Pinacoteca e della Biblioteca Ambrosiana vi consiglio di visitare le adiacenti Cripta di San Sepolcro e la Chiesa di San Sepolcro, che Leonardo da Vinci definì il “vero centro” di Milano.

Guida turistica icon Scopri la Pinacoteca e la Biblioteca Ambrosiana e come organizzare la visita.

Biglietti per la Pinacoteca Ambrosiana online

Dove si trova la Pinacoteca Ambrosiana a Milano

La Pinacoteca Ambrosiana si trova in Piazza Pio XI 2, a pochi passi da Piazza del Duomo.

Come arrivare alla Pinacoteca Ambrosiana

Treno: biglietti, orari e prezzi icon Metro 1 – Fermate “Cordusio” e “Duomo” | Metro 3 – Fermata “Duomo”

Museo della Scala e Teatro La Scala di Milano

Il Museo della Scala è il tempio della musica lirica di Milano. Questo museo spesso non è tra i primi luoghi che si visitano nel capoluogo lombardo, ed invece, a mio giudizio, è uno dei migliori musei a Milano. Visitando il Museo della Scala vi sarà possibile anche visitare il Teatro della Scala ed ammirare il suo splendido ridotto e la famosa sala da concerti con i magnifici palchi.

Guida turistica icon Scopri il Museo della Scala e al Teatro alla Scala di Milano e come organizzare la visita

Opere del Museo della Scala

Il Museo della Scala conserva una variegata collezione di opere legate al mondo dell’Opera Lirica e del teatro in generale. Dipinti, statue, bozzetti, oggetti di scena, lettere e pregevoli strumenti musicali fanno bella mostra di sè nelle meravigliose stanze del Casinò Ricordi. Tra le opere esposte al Museo della Scala ricordiamo:

  • il pianoforte Steinway & Sons appartenuto al compositore Franz Liszt.
  • la Spinetta del 1600, realizzata a Napoli da Honofrio Guaracino,
  • il busto di Nicola Tacchinardi, immortalato da Antonio Canova.
  • la versione per solo coro di va pensiero da Nabucco autografata.

Biglietti per il Museo della Scala

E’ possibile visitare il Museo della Scala ed il Teatro alla Scala autonomamente, comprando il biglietto d’ingresso, o con una visita guidata. Io ho fatto entrambe le esperienze e vi consiglio di partecipare ad una visita guidata, perché è il miglior modo per scoprirne la storia e tutte le curiosità.

Biglietto d'ingresso - ticket icon Acquista il biglietto per il Museo della Scala e la visita del Teatro.

teatro icon Acquistare i biglietti per assistere ad uno spettacolo al Teatro alla Scala.

Dove si trova il Museo della Scala di Milano

Il Museo della Scala di Milano si trova in Largo Antonio Ghiringhelli 1, proprio affianco al Teatro la Scala e a due passi da Galleria Vittorio Emanuele II, da Piazza del Duomo e dal Duomo di Milano.

Come arrivare al Museo della Scala

Treno: biglietti, orari e prezzi icon Metro 1 – Fermate “Duomo” o “Cordusio” | Metro 3 – Fermata “Montenapoleone” | Tram 1 – Fermata “Teatro alla Scala”.

Museo del Novecento

Il Museo del Novecento è un altro punto di interesse culturale da citare tra i migliori musei di Milano. Inaugurato nel 2010, questo polo espositivo dedicato all’arte del XX secolo, ha assorbito le collezioni del precedente Civico Museo d’Arte Contemporanea (CIMAC) di Milano.

Cosa vedere al Museo del Novecento: le opere

La Collezione del Museo del ‘900 è una tra le più importanti raccolte d’arte italiana e mondiale del XX secolo. Nella Galleria del Futurismo è possibile ammirare opere di Umberto Boccioni, Giacomo Balla, Fortunato Depero, Gino Severini, Carlo Carrà e Ardengo Soffici. All’interno del Palazzo dell’Arengario si trova anche la straordinaria Sala Fontana, che si affaccia su Piazza Duomo. Questo spazio è stato progettato come un’opera ambientale immersiva, pensata per ospitare il maestoso soffitto del 1956 proveniente dall’Hotel del Golfo dell’Isola d’Elba, e opere quali il Neon di proprietà della Fondazione Fontana e i Concetti spaziali degli anni Cinquanta, offrendo ai visitatori un’esperienza artistica unica e coinvolgente. Tra le opere più importanti esposte al museo del Novecento vanno citate:

  • Faro a Westkapelle di Piet Mondrian (1909-1910)
  • Ragazza che corre sul balcone di Giacomo Balla (1912)
  • Elasticità e Forme uniche della continuità nello spazio di Umberto Boccioni (1913)
  • Composizione di Vasilij Kandinskij (1916)
  • Ritratto di Paul Guillaume di Amedeo Modigliani (1916)
  • Natura morta con manichino di Giorgio Morandi (1919)
  • Wald Bau di Paul Klee (1919)

Museo del Novecento: biglietti

Potete acquistare i biglietti del Museo del Novecento di Milano in loco, presso la biglietteria o online sul sito ufficiale del museo.

Dove si trova il Museo del ‘900: Palazzo dell’Arengario

Il Museo del ‘900 si trova in Piazza del Duomo, all’interno di Palazzo dell’Arengario ubicato proprio affianco a Palazzo Reale e di fonte a Galleria Vittorio Emanuele II. Palazzo dell’Arengario a Milano è un edificio che risale alla prima metà del 1900. Venne progettato dagli architetti Portaluppi, Muzio, Galmanini, Magistretti e Griffini come sede per le istituzioni municipali e governative di Milano. L’edificio è composto da due corpi simmetriche, ciascuno caratterizzato da una torre angolare, che si affacciano su Piazza del Duomo. La costruzione del Palazzo dell’Arengario fu completata nel 1956 e rappresentò un importante esempio di architettura razionalista italiana, uno stile che enfatizzava la funzionalità e la semplicità delle forme. Il Museo del ‘900 venne ubicato nel Palazzo dell’Arengario nel 2010, dopo un’importante ristrutturazione a opera degli architetti Italo Rota e Fabio Fornasari.

Come arrivare al Museo del Novecento

Treno: biglietti, orari e prezzi icon Metro 1 – Fermate “Cordusio” e “Duomo” | Metro 3 – Fermata “Duomo”.

Museo Leonardo 3 – Il Mondo di Leonardo a Milano

Leonardo 3 Museum – Il Mondo di Leonardo è una esposizione dedicata al mondo di Leonardo Da Vinci. La mostra vi permetterà di conoscere di più il geniale artista ed inventore di tutti i tempi, grazie a ricostruzioni inedite delle sue macchine sia sotto forma di modellini funzionanti, che ricostruzioni digitali e 3D. Avrete anche la possibilità di ammirare i restauri dei suoi dipinti in anteprima mondiale. Dal Museo si gode anche di una vista impareggiabile della Galleria di Milano dall’alto. Sicuramente uno dei musei più interessanti di Milano.

Icon Guida turistica Scopri il tour sulle orme di Leonardo da Vinci a Milano.

Biglietti per Museo Leonardo 3 online

Dove si trova il Museo Leonardo 3 a Milano

Museo Leonardo 3 di Milano si trova in Galleria Vittorio Emanuele II e l’ingresso al museo è situato all’imbocco della Galleria dalla parte di Piazza alla Scala.

Come arrivare al Museo Leonardo 3 di Milano

Treno: biglietti, orari e prezzi icon Metro 1 – Fermate “Duomo” o “Cordusio” | Metro 3 – Fermata “Montenapoleone”

Gallerie d’Italia a Milano

Il museo Gallerie d’Italia è uno dei musei a Milano da non perdere, non solo per le opere esposte e le magnifiche mostre temporanee proposte, ma anche per gli spazi in cui questo polo museale è ospitato, che rendono questo spazio espositivo annoverabile anche tra le case museo di Milano.

Palazzi di Gallerie d’Italia a Milano

Il percorso museale di Gallerie d’Italia a Milano si snoda infatti attraverso tre palazzi storici della città, di cui due magnifiche dimore nobiliari:

  • Palazzo Brentani Greppi, la signorile dimora in Via Alessandro Manzoni 6 che il conte Giuseppe Brentano fece costruire agli inizi del 1700 e che fu abitata dalla famiglia fino agli inizi del 1800, allorquando il palazzo venne venduto ai conti Greppi. La facciata si caratterizza per la presenza di sei medaglioni neoclassici che ospitano dieci busti di personaggi illustri italiani, tra cui Leonardo Da Vinci, Antonio Canova, Cesare Beccaria, Alessandro Volta, Pietro Verri e Giuseppe Parini.
  • Palazzo Anguissola Antona Traversi, che affaccia su Via Alessandro Manzoni 10, è il risultato della trasformazione di un’antica dimora Cinquecentesca voluta dal conte Antonio Carlo Anguissola, nel 1775 all’approssimarsi del suo matrimonio con Bianca Busca Arconati Visconti. Il palazzo, che venne definito uno tra i più eleganti della città, venne venduto nel 1817 al facoltoso avvocato Giovanni Battista Traversi. A quest’ultimo si deve la realizzazione dello scalone d’onore e del chiostro quadrato, che oggi si presenta chiuso da una vetrata e ospita nel suo centro l’opera “Disco in forma di rosa del deserto” di Arnaldo Pomodoro. Fa parte di questo palazzo anche il così detto giardino di Alessandro Manzoni. Sul bel giardino d’arte di Palazzo Anguissola si affaccia infatti la casa di Alessandro Manzoni ed in particolare la finestra di quello che fu il suo studio.
  • Palazzo Beltrami in Piazza della Scala 3, l’edificio che venne commissionato dalla Banca Commerciale Italiana nei primi del 1900 al famoso architetto milanese Luca Beltrami. La facciata in stile neoclassico strizza l’occhio ai vicini Palazzo Marino e Teatro alla Scala. Particolarità del palazzo è il caveau con balaustra e i particolari in ghisa e ferro, che oggi ospita più di 500 dipinti appartenenti alla collezione Intesa Sanpaolo.

Opere di Gallerie d’Italia a Milano

Le opere esposte nel museo Gallerie d’Italia a Milano si concentrano su tre periodi: il 1800, il 1900 e il 2000. La sezione dell’Ottocento vedere tra le altre, tredici bassorilievi in gesso di Antonio Canova, opere di Francesco Hayez, Giovanni Segantini e Giovanni Boldini. Molto interessante la sezione dedicata al Romanticismo lombardo, in cui di dipinti raccontano di una Milano che cambia e offre al visitatore la possibilità di ammirare l’evoluzione di luoghi icona come Piazza del Duomo e dei Navigli. Nella sezione Cantiere del ’900,  trova spazio la collezione di opere del 1900 e 2000 di Intesa Sanpaolo e creazioni di artisti del calibro di Boccioni, Fontana, Burri, Schifano, Boccioni, Capogrossi, Rotella e Pistoletto.

Biglietto per Gallerie d’Italia a Milano

Dove si trova il Museo Gallerie d’Italia a Milano

L’ingresso al Museo Gallerie d’Italia a Milano si trova in Piazza della Scala 6.

Come arrivare al Museo Gallerie d’Italia a Milano

Treno: biglietti, orari e prezzi icon Metro 1 – Fermate “Duomo” o “Cordusio” | Metro 3 – Fermata “Montenapoleone”

Museo Poldi Pezzoli

Il Museo Poldi Pezzoli è la casa museo del conte Gian Giacomo Poldi Pezzoli (1822-1879), uno dei più raffinati collezionisti del XIX secolo, e ospita la raccolta d’arte nata dalla sua passione per le arti e la bellezza. Il Museo fa parte del circuito delle “Case Museo di Milano”, luoghi imperdibili quando si parla di musei a Milano.

Storia del Museo Poldi Pezzoli

Nel 1879 Gian Giacomo Poldi Pezzoli muore improvvisamente, celibe e senza eredi. Fin dal 1861 aveva redatto un testamento nel quale disponeva che la sua casa e tutte le opere in essa contenute divenissero una Fondazione Artistica “ad uso e beneficio pubblico in perpetuo colle norme in corso per la Pinacoteca di Brera”. L’amministrazione e la direzione della Fondazione furono affidate all’ amico e collaboratore Giuseppe Bertini, l’allora direttore della Pinacoteca di Brera, che accrebbe la raccolta con diversi acquisti soprattutto di dipinti e tessuti. Il Museo venne inaugurato il 25 aprile 1881, durante l’Esposizione Nazionale di Milano. Nel corso della Seconda Guerra Mondiale, durante il bombardamento di Milano dell’agosto 1943, il palazzo fu gravemente danneggiato e le magnifiche stanze, progettate come vere e proprie opere d’arte, e molti degli arredi originali andarono perduti. Il museo riaprì nel 1951, dopo la sua ricostruzione.

Cosa vedere al Museo Poldi Pezzoli

Il Museo Poldi Pezzoli ospita capolavori di pittura, scultura, porcellane, orologi, pregevoli arredi, armi e armature. Tra le opere più importanti della casa museo:

  • Madonna del Libro (1480-1481) di Sandro Botticelli.
  • Capriccio con rovine e Il Pra della Valle in Padova di Canaletto.
  • Gondole sulla laguna di Francesco Guardi.
  • Autoritratto in un gruppo di amici di Francesco Hayez.
  • Madonna con Bambino (1490-1500) e Profilo d’uomo (1448-1450 circa) di Andrea Mantegna.
  • San Nicola da Tolentino (1454-1469) di Piero della Francesca.
  • Ritratto di giovane dama, 1472 circa, di Antonio del Pollaiolo.
  • Crocifisso di Raffaello.
  • Vetrate Dantesche di Giuseppe Bertini.

Biglietto per il Museo Poldi Pezzoli

Dove si trova il Museo Poldi Pezzoli

Il Museo Poldi Pezzoli si trova in Via Manzoni 12 , a pochi passi dal Teatro alla Scala, dal Museo della Scala e dalle Gallerie d’Italia.

Come arrivare al Museo Poldi Pezzoli

Treno: biglietti, orari e prezzi icon Metro 3 – Fermata “Montenapoleone” | Metro 1 – Fermate “Duomo” o “Cordusio” |Tram 1 – Fermata “Montenapoleone”.

Museo Bagatti Valsecchi

Museo Bagatti Valsecchi è la mirabile casa museo di Milano dei baroni Fausto e Giuseppe Bagatti Valsecchi. A partire dalla fine del 1800 i due fratelli Bagatti Valsecchi ristrutturarono in stile neo-rinascimentale la dimora di famiglia ubicata nel cuore della città. Iniziarono anche a collezionare dipinti e manufatti d’arte applicata quattro-cinquecenteschi e tavole antiche di autori come Giovanni Bellini, Bernardo Zenale e il Giampietrin, con l’idea di creare una dimora ispirata alle abitazioni del Cinquecento lombardo. La visita della casa museo Bagatti Valsecchi si snoda dal sontuoso Scalone d’onore alla magnifica Galleria delle Armi, attraverso saloni, biblioteche e studi, stanze da letto e bagni trasformati in vere e proprie wunderkammer dotate di tutto ciò che di avveniristico nel mondo dell’epoca potesse esserci – riscaldamento, acqua corrente e luce elettrica. Museo Bagatti Valsecchi è uno dei musei di Milano che porto nel cuore e che vi consiglio di visitare se – come me – amate le case museo. 😉

Biglietti per Museo Bagatti Valsecchi

Dove si trova Museo Bagatti Valsecchi

Museo Bagatti Valsecchi si trova in Via Gesù 5, nel cuore del quadrilatero della moda, a due passi da Via Montenapoleone e a pochi minuti a piedi da Piazza del Duomo.

Come arrivare a Museo Bagatti Valsecchi

Treno: biglietti, orari e prezzi icon Metro 3 – Fermata “Montenapoleone” | Metro 1 – Fermate “Duomo” o “Cordusio” | Tram 1 – Fermata “Montenapoleone”.

Casa del Manzoni, la casa museo di Alessandro Manzoni

La Casa del Manzoni a Milano, non è solo una bellissima casa museo Ottocentesca, ma è anche un luogo storico ricco di importanza e di “milanesità”. E’ qui che Alessandro Manzoni (Milano, 7 marzo 1785 – Milano, 22 maggio 1873) tra i più famosi scrittori, poeti e drammaturgi italiani, annoverato tra i più importanti romanzieri italiani di tutti i tempi, visse tra dal 1814 al giorno della sua morte ed è proprio qui che scrisse la sua più celebre opera, “I promessi sposi“. Ritornato a Milano dopo cinque anni trascorsi a Parigi, Alessandro Manzoni acquisto una palazzina a due passi da Piazza del Duomo, dove visse con la prima moglie, Enrichetta Blondel, ed i loro 10 figli e con la seconda moglie, la nobildonna Teresa Borri. La nuova abitazione in pieno centro storico a Milano fu scelta per la sua perfetta collocazione tra le case degli amici più cari al maestro e i luoghi di studio e cultura che soleva frequentare. Federico Confalonieri e Silvio Pellico abitavano in via Monte di Pietà, il Porta e i Verri in via Monte Napoleone, Vincenzo Monti in via Brera. Vicino alla residenza del Manzoni si trovavano la Biblioteca Ambrosiana, la Braidense, il Gabinetto Numismatico diretto dall’amico Gaetano Cattaneo, le librerie di Santa Margherita e della Contrada dei Servi. Insomma i luogo perfetto per il lavoro e la vita privata.

Cosa vedere nella Casa del Manzoni

La Casa del Manzoni si caratterizza all’esterno per la bella facciata antistante Piazza Belgioioso, che per volere dello scrittore venne realizzata guardando all’architettura rinascimentale lombarda ed è composta da caratteristiche decorazioni in cotto, tra cui spiccano in bellezza il portale e il balconcino. Al suo interno la Casa del Manzoni propone un percorso museale articolato in dieci sezioni. Attraverso gli arredi e le opere d’arte esposte nelle varie sale, la visita ripercorre diversi momenti della vita e dell’opera dello scrittore. Si parte dalla dimensione familiare, passando per i ritratti e i paesaggi presenti nei suoi romanzi, fino ad esplorare la sua profonda passione per la botanica. Il percorso si snoda attraverso le relazioni con gli amici e gli scrittori che sono stati influenzati dall’opera manzoniana, giungendo infine nella camera da letto del Manzoni, che potrete vedere intatta come l’ha lasciata, e nel suggestivo studiolo del Manzoni vista giardino, dove hanno preso vita i celebri personaggi de “I Promessi Sposi”.

Biglietti per la Casa del Manzoni

I biglietti per la Casa del Manzoni sono acquistabili online.

Biglietto d'ingresso - ticket icon Acquista il biglietto per Casa del Manzoni a Milano.

Dove si trova la Casa del Manzoni

La Casa del Manzoni si trova in Via Gerolamo Morone 1, nel cuore del quadrilatero della moda di Milano.

Come arrivare a Casa del Manzoni

Treno: biglietti, orari e prezzi icon Metro 3 – Fermata “Montenapoleone” | Metro 1 – Fermate “Duomo” o “Cordusio” | Tram 1 – Fermata “Montenapoleone”.

Palazzo Morando – Costume moda immagine

Palazzo Morando è sicuramente da annoverare tra i migliori musei di Milano. L’elegante palazzo milanese ha origini cinquecentesche. Nei secoli è passato di mano in mano ad illustri famiglie: i Casati, i Villa, i De Cristoforis, i Weill-Schott e i Morando de’ Rizzoni Attendolo Bolognini. E’ con Malachia De Cristoforis, verso la fine del 1800, che il palazzo diventa famoso per la sua collezione d’arte. Lydia Caprara di Montalba, ultima proprietaria del Palazzo, lo donerà nel 1945 – in parte distrutto dai bombardamenti bellici – al Comune di Milano, che da allora ne ha la proprietà.

Cosa vedere a Palazzo Morando

Palazzo Morando ospita, al primo piano, due sezioni distinte:

  • La Pinacoteca, che si sviluppa nelle stanze che si affacciano sul cortile interno dell’edificio. ospita una preziosa collezione di opere d’arte che documentano le trasformazioni dell’ambiente urbano e le principali manifestazioni della vita pubblica e privata a Milano tra il 1600 e il 1800. Queste opere provengono dalla collezione di Luigi Beretta, che è stata acquisita dal Comune di Milano nel 1934. Inizialmente, queste opere erano esposte a Palazzo Sormani, in corso di Porta Vittoria. Tuttavia, dopo la Seconda Guerra Mondiale, il Museo è stato trasferito nelle sale di Palazzo Morando Attendolo Bolognini.
  • La casa museo, con le stanze settecentesche dell’appartamento Morando Attendolo Bolognini, che si affacciano su via Sant’Andrea. Grazie ad un lungo ed attento recupero del patrimonio disperso nel tempo in diversi depositi esterni al palazzo, è stato ripristinato l’allestimento originario delle stanze settecentesche dell’appartamento, seguendo lo stile caratteristico delle dimore nobiliari del 1700.
  • Il museo della Moda e Costume del Comune di Milano, che valorizza – attraverso esposizioni periodiche – la straordinaria collezione civica di abbigliamento e moda.

Biglietti per Palazzo Morando

I biglietti per Palazzo Morando sono acquistabili presso la biglietteria della casa museo.

Dove si trova Palazzo Morando

Palazzo Morando si trova in Via Sant’Andrea 6, nel cuore del quadrilatero della moda di Milano.

Come arrivare a Palazzo Morando

Treno: biglietti, orari e prezzi icon Metro 3 – Fermata “Montenapoleone” | Metro 1 – Fermate “Duomo” o “Cordusio” | Tram 1 – Fermata “Montenapoleone”.

Villa Necchi Campiglio a Milano

Villa Necchi Campiglio è una delle più belle case museo di Milano ed un luogo che proprio non potete perdere se amate l’arte ed il design. Questa meravigliosa dimora milanese venne realizzata nel 1935 dalla famiglia Necchi Campiglio, che ne affidò la progettazione al famoso architetto Piero Portaluppi. Angelo Campiglio e le sorelle Gigina e Nedda Necchi erano degli industriali, famosi per la produzione delle macchine da cucire Necchi. La villa, circondata da un ampio giardino in cui si trovano una bella piscina ed un campo da tennis, si sviluppa su quattro livelli dove si trovano la Sala da pranzo, il Fumoir, la Biblioteca e il Salone. Il pano delle camere incanta ogni appassionato di moda con il suo bel corridoio degli armadi. Bellissimi i bagni in marmo ed iconica la Camera della principessa, riservata alla principessa Maria Gabriella di Savoia, figlia di re Umberto II e della regina Maria José. Dopo la Seconda Guerra Mondiale Villa Necchi venne riallestita dell’architetto Tomaso Buzzi, che inserì elementi d’arredo ispirati al Settecento e allo stile Luigi XV.

Gigina Necchi Campiglio e Nedda Necchi donarono la loro Villa al FAI – Fondo per l’Ambiente Italiano nel 2001. La casa museo oggi ospita anche:

  • la raccolta di opere d’arte del primo Novecento di Claudia Gian Ferrari.
  • la raccolta di dipinti e arti decorative del 1700 di Alighiero ed Emilietta De’ Micheli
  • la raccolta di opere su carta della prima metà del Novecento di Guido Sforni.

Biglietti per Villa Necchi Campiglio

Biglietto d'ingresso - ticket icon Acquista il biglietto per Villa Necchi Campiglio.

Dove si trova Villa Necchi Campiglio a Milano

Villa Necchi Campiglio si trova in Via Mozart 14, tra San Babila e Porta Venezia, a qualche minuto a piedi dai Giardini Idro Montanelli e da Villa Invernizzi, famosa per i suoi fenicotteri rosa.

Come raggiungere Villa Necchi Campiglio

Treno: biglietti, orari e prezzi icon Metro 1 – Fermata “Palestro”.

Villa Reale di Milano – GAM Milano

Villa Reale di Milano ospita la GAM – Galleria d’Arte Moderna ed è un importante punto di riferimento culturale e architettonico di Milano. Costruita tra il 1790 e il 1796 come dimora del conte Lodovico Barbiano di Belgiojoso, Villa Reale rappresenta uno dei capolavori dell’architettura neoclassica milanese. Il conte stesso scelse la posizione strategica della Villa sulla contrada Isara (attuale via Palestro), considerando la sua posizione privilegiata tra il centro di Milano e il corso di Porta Orientale (attuale corso Venezia), che rappresentava l’ingresso fisico e simbolico nella città per coloro che arrivavano da Vienna. L’architetto austriaco Leopoldo Pollack, collaboratore di Giuseppe Piermarini, massimo esponente del Neoclassicismo lombardo, progettò la Villa con eleganza e funzionalità. Inizialmente, l’edificio era stato commissionato proprio a Piermarini. Nel 1921, la Villa Reale fu trasformata nella sede delle collezioni milanesi d’Arte Moderna. Ciò ha permesso ai visitatori di vivere un’esperienza straordinaria di continuità tra il contenuto artistico e il suo contesto architettonico. Tra le cose da vedere a Villa Reale di Milano:

  • i magnifici interni della Villa con arredi originali e l’affresco “Parnaso” di Andrea Appiani.
  • il giardino all’inglese della Villa, fu il primo a Milano e venne commissione del conte Belgiojoso all’architetto Leopoldo Pollack, con la collaborazione del conte Ercole Silva. Il parco è un suggestivo angolo di verde aperto al pubblico che presenta antiche vestigia, opere d’arte e un romantico laghetto.
  • Le collezioni della Galleria d’Arte Moderna di Milano, che ha guadagnato fama internazionale grazie all’eccezionale valore delle opere esposte e conservate all’interno delle sue sale. Artisti di grande rilievo come Francesco Hayez, Pompeo Marchesi, Andrea Appiani, Tranquillo Cremona, Giovanni Segantini, Federico Faruffini, Giuseppe Pellizza da Volpedo, Antonio Canova, Daniele Ranzoni, Medardo Rosso e Gaetano Previati sono solo alcuni degli importanti protagonisti della Storia dell’Arte milanese e italiana presenti nella collezione. Le loro opere rappresentano l’evoluzione artistica del 1700 e 1800, in particolare quella che ebbe origine dall’Accademia di Brera e si affermò oltre i confini nazionali. Questi capolavori, grazie anche al collezionismo del Novecento e alle donazioni di prestigiose famiglie come Treves, Ponti, Grassi e Vismara, per citarne solo alcune, hanno arricchito nel corso degli anni il patrimonio artistico della Galleria. Questo conferma la missione fondamentale di preservare e perpetuare il diritto alla cultura. All’interno delle sale della Villa è quindi possibile ammirare opere di Giovanni Fattori, Silvestro Lega, Giovanni Boldini, Vincent Van Gogh, Paul Cézanne, Pablo Picasso, Amedeo Modigliani e altri importanti protagonisti dell’arte del Novecento italiano.

Biglietti per Villa Reale di Milano – GAM Milano

Potete acquistare i biglietti per Villa Reale di Milano – GAM Milano alla biglietteria del museo.

Dove si trova Villa Reale di Milano – GAM Milano

Villa Reale di Milano – GAM Milano si trova in Via Palestro 16, poco lontano da San Babila e Porta Venezia.

Come arrivare a Villa Reale di Milano – GAM Milano

Treno: biglietti, orari e prezzi icon Metro 1 – Fermata “Palestro”.

Casa degli Atellani e la vigna di Leonardo da Vinci

Casa degli Atellani a Milano è una incantevole casa museo, famosa – tra le altre – per la presenza nel suo giardino neobarocco della vigna di Leonardo da Vinci. Casa degli Atellani o Casa Atellani che dir si voglia è, infatti, una dimora del 1400 appartenuta a Ludovico Sforza detto il Moro (1452 – 1508). Il famoso vigneto di Leonardo da Vinci a Milano è ciò che resta di un vigneto che Ludovico Sforza donò a Leonardo da Vinci, mentre quest’ultimo stava lavorando all’Ultima Cena nella vicina Chiesa di Santa Maria delle Grazie. Nel 1922 Casa degli Atellani è stata restaurata su progetto dall’architetto Piero Portaluppi. Uno dei musei di Milano da Vedere assolutamente. 😉

Dove si trovano Casa degli Atellani e la vigna di Leonardo da Vinci

Casa degli Atellani con la Vigna di Leonardo da Vinci si trova in Corso Magenta 65, a pochi passi dal Cenacolo Vinciano e dal sito Patrimonio UNESCO di Santa Maria delle Grazie.

Come arrivare a Casa degli Atellani e alla vigna di Leonardo da Vinci

Treno: biglietti, orari e prezzi icon Metro 1 e 2 – Fermata “Cadorna” | Metro 1 – Fermata “Conciliazione”.

Vigna di Leonardo: il vigneto di Leonardo da Vinci a Milano in Casa degli Atellani

Casa Museo Boschi Di Stefano di Milano

La Casa Museo Boschi Di Stefano è una casa museo di Milano considerata un importante patrimonio culturale della città e un’opportunità unica per gli amanti dell’arte di scoprire l’eredità artistica italiana e internazionale del XX secolo. Tanto più che l’ingresso alla Casa Museo Boschi di Stefano è gratuito, quindi proprio non avete scuse per non andare. 😉

Storia della Casa Museo Boschi Di Stefano di Milano

La Casa Museo Boschi Di Stefano non è altro che la dimora storica del collezionista d’arte Antonio Boschi e di sua moglie, l’artista Marieda Di Stefano. La coppia, negli anni ’30 del 1900, radunarono un’ interessante collezione privata al secondo piano della palazzina di via Jan 15, nell’edificio realizzato su progetto del celebre architetto milanese Piero Portaluppi tra il 1929 e il 1930. L’appartamento dei Di Stefano, oggi noto come Casa Museo Boschi Di Stefano, è stato aperto al pubblico nel 1974 e da allora ha attirato visitatori da tutto il mondo. Sicuramente uno dei migliori musei di Milano da vedere assolutamente.

Cosa vedere nella Casa Museo Boschi Di Stefano di Milano

Perché visitare la Casa Museo Boschi Di Stefano? Be’, è presto detto:

  • Il museo ha un’ampia collezione di opere d’arte del XX secolo, tra cui mobili, dipinti, sculture e disegni di artisti italiani e stranieri come Modigliani, Balla, Boccioni e De Chirico.
  • Oltre alla collezione permanente, il museo ospita anche mostre temporanee.
  • Al piano rialzato della palazzina è possibile visitare l’atelier e scuola di ceramica che Marieda Di Stefano aprì alla fine del 1950, un luogo di incontro e spazio creativo ed espositivo della ceramista.

Dove si trova il Museo Boschi Di Stefano di Milano

La Casa Museo Boschi Di Stefano si trova in Via Giorgio Jan 15 a Milano, pochi minuti a piedi dal famoso Corso Buenos Aires.

Come arrivare al Museo Boschi Di Stefano di Milano

Treno: biglietti, orari e prezzi icon Metro 1 – Fermata “Lima”.

Armani Silos, il Museo di Giorgio Armani a Milano

Armani Silos, il Museo di Giorgio Armani a Milano è l’indirizzo da non perdere per gli amanti della moda. Il museo ospita una esposizione permanente composta da ben 600 creazione firmate Giorgi Armani e delle mostre temporanee, tra cui bellissime mostre fotografiche.

Guida turistica icon Scopri il Museo Armani Silos e come organizzare la visita.

Dove si trova il Museo Armani Silos a Milano

Il Museo Armani Silos si trova in Via Bergognone 40, proprio difronte all’headquarter di Giorgio Armani, nel cuore del famoso quartiere di Zona Tortona, a 10 minuti a piedi dai Navigli.

Come raggiungere il Museo Armani Silos

Treno: biglietti, orari e prezzi icon Metro 2 – Fermate “Porta Genova F.S” e “Sant’Agostino” | Tram 14 – Fermata “Piazza del Rosario”.

MUDEC – Museo delle Culture

MUDEC – Museo delle Culture è il museo etnografico di Milano, dedicato alla valorizzazione e alla ricerca interdisciplinare sulle culture del mondo. Tra i musei di Milano MUDEC è uno dei più “giovani”, è stato inaugurato nel 2014, negli spazi ex complesso Ansaldo, dopo un’attenta riqualificazione architettonica su progetto dell’architetto David Chipperfield. Il MUDEC ospita anche un design store e il ristorante stellato dello chef Enrico Bartolini.

Guida turistica icon Scopri il Museo MUDEC e alla Collezione Permanente del MUDEC.

Mostre del MUDEC

Il Museo MUDEC ospita le seguenti mostre:

  • grandi mostre d’arte internazionali temporanee.
  • il MUDEC Photo con mostre fotografiche temporanee di fotografi di fama internazionale.
  • una mostra permanente del MUDEC, che accoglie il patrimonio etno-antropologico delle collezioni del Comune di Milano composto da oltre 7000 opere d’arte, oggetti d’uso, tessuti e strumenti musicali provenienti da tutti i continenti.

Biglietti per le mostre del MUDEC

Dove si trova il MUDEC

Il Museo MUDEC si trova in Via Tortona 56, nel quartiere di Zona Tortona, poco lontano dal Museo Armani Silos e dai Navigli.

Come raggiungere il MUDEC

Treno: biglietti, orari e prezzi icon Metro 2 – Fermate “Porta Genova F.S” e “Sant’Agostino” | Tram 14 – Fermata “Via Solari Via Stendhal”.

Pirelli Hangar Bicocca

Il Museo Pirelli Hangar Bicocca, conosciuto anche semplicemente come Hangar Bicocca, è un’importante struttura per l’esposizione dell’arte moderna e contemporanea. Originariamente, l’edificio ospitava uno stabilimento industriale della società AnsaldoBreda, successivamente acquisito dalla Pirelli nel 2004 e poi riconvertito in 1500 metri quadrati di spazi espositivi. Il Museo ospita delle opere permanenti e mostre temporanee dedicate ai maggiori artisti dell’arte moderna e contemporanea del panorama mondiale.

Pirelli Hangar Bicocca: opere permanenti

Tra le opere permanenti del museo Pirelli Hangar Bicocca vanno citate:

  • I sette palazzi celesti dell’artista tedesco Anselm Kiefer (1945). Questa straordinaria installazione consiste in sette torri imponenti, ognuna pesante 90 tonnellate, con altezze variabili tra i 14 e i 18 metri. Le torri sono realizzate in cemento armato, utilizzando i moduli angolari dei container per il trasporto delle merci. Queste maestose strutture sono collocate all’interno di uno spazio immenso e sono affiancate da grandi tele che completano l’opera nella sua totalità.
  • La Sequenza, opera scultorea di Fausto Melotti (1901 – 1986), artista, scrittore e teorico, tra le figure di spicco della scena culturale del Novecento italiano e milanese. 

Pirelli Hangar Bicocca: biglietti

L’ingresso al museo Pirelli Hangar Bicocca è gratuito. Potrebbe esserci un biglietto a pagamento per le mostre temporanee.

Dove si trova Pirelli Hangar Bicocca

Il Museo Pirelli Hangar Bicocca si trova in Via Chiese 2, nel quartiere di Bicocca a Milano.

Come arrivare a Pirelli Hangar Bicocca

Treno: biglietti, orari e prezzi icon Metro 5 – Fermata “Ponale” | Metro 1 – Fermata “Sesto Marelli”.

Museo Branca

Il Museo Branca di Milano è dedicato all’omonima distilleria meneghina, famosa in tutto il mondo per la produzione del Fernet-Branca.

Storia del Fernet – Branca

Pensate che questa bevanda, ancora oggi amatissima, nasce nel 1845 a Milano da un’intuizione del farmacista autodidatta Bernardino Branca (1802-1886). bernardino mette a punto la ricetta di un amaro tonico a base di erbe officinali, che in seguito commercializzerà come rimedio medicamentoso con il nome di Fernet-Branca.

L’espansione dell’azienda Branca, inizialmente operativa nel solo mercato lombardo, prenderà piede anche grazie ad una serie di riconoscimenti che le verranno assegnati in Italia e nel mondo. Viene premiata all’Esposizione nazionale di Firenze nel 1861 e successivamente alle Esposizioni internazionali di Londra (1862), Parigi (1867) e Vienna (1873). Grazie anche all’impulso dell’emigrazione italiana, finirà per conquistare persino i mercati d’oltreoceano, in particolare gli Stati Uniti e l’Argentina.

Visita al Museo Branca di Milano

Oggi è possibile scoprire la storia di questa eccellenza italiana visitando il Museo Collezione Branca di Milano. Nel percorso museale sono esposti – tra le altre – dipinti, documenti, disegni, bozzetti, fotografie, oggetti e arredi aziendali, oltre a una curiosa vetrina di merchandising Branca, che va dai portacenere ai bicchieri d’assaggio, dalle piccole valigie usate come confezioni regalo alle bottiglie storiche, per continuare con calendari, manifesti e pubblicità. Il tour guidato comprende anche una visita alle cantine Branca, dove sono custodite oltre 500 botti destinate alla maturazione di Fernet-Banca e l’enorme e centenaria botte del brandy Stravecchio.

Dove si trova il Museo Branca a Milano

Il Museo Branca si trova nel complesso industriale di Via Resegone 2 a Milano.

Come arrivare al Museo Branca

Treno: biglietti, orari e prezzi icon Metro 3 – Fermata “Macachini”.

Torre Branca a Milano: la torre panoramica della città

Anche se non è un polo museale vero e proprio, ma una torre panoramica, la storica Torre Branca merita di essere citata tra i musei di Milano. 😉

Storia della Torre Branca a Milano: la Torre Littoria di Mussolini

Nella realizzazione della Torre Branca a Milano c’è lo zampino di Mussolini. Fu infatti il Duce ha commissionare la costruzione di una Torre Littoria per l’inaugurazione della V Triennale di Milano del 1933, esposizione internazionale delle arti decorative e dell’architettura. Mussolini affidò il compito al famoso architetto Gio Ponti nel 1932, che portò a compimento il lavoro in poco più di due mesi. La Torre Branca presentava allora un moderno e veloce ascensore ed in cima alla torre un piccolo ristorante da 12 tavoli, una terrazza panoramica e una lanterna girevole. Dopo la Seconda Guerra Mondiale la Torre Littoria iniziò il suo lento degrado, fino alla totale chiusura nel 1972. Nel 1990 la Torre venne acquistata dalle Distillerie Branca, da cui oggi prende il nome. Branca restaurò e riaprì al pubblico la Torre nel 2002. Purtroppo per le nuove normative in materia di sicurezza il ristorante panoramico non ha potuto riaprire i battenti.

Quanto è alta la Torre Branca

Mussolini decretò che “non si può superare il divino con l’umano“, dimostrando così la sua volontà di rispettare la tradizione milanese secondo la quale che nessun monumento o palazzo potesse essere più alto della Madonnina del Duomo di Milano. Per questo motivo la Torre Branca ha un’altezza di 108,6 metri.

Cosa si vede dalla Torre Branca

Cosa si vede dalla Torre Branca? Una volta raggiunta la cima in ascensore potrete godere di un panorama a 360° di Milano e delle catene montuose che l’abbracciano all’orizzonte. Un’esperienza che vi regalerà il suo meglio nelle giornate di sole. 🙂

Biglietti per la Torre Branca

La salita alla Torre Branca è a pagamento e si effettua solo in ascensore di vetro.

Biglietto d'ingresso - ticket icon Acquista i biglietti per la Torre Branca di Milano.

Dove si trova la Torre Branca

La Torre Branca si trova in Viale Luigi Camoens 2, accanto alla Triennale di Milano e Parco Sempione.

Come arrivare alla Torre Branca

Treno: biglietti, orari e prezzi icon Metro 1 – Fermata “Milano Cadorna”.

TENOHA Exhibition

TENOHA Exhibition è lo spazio espositivo del concept store milanese dedicato al Giappone TENOHA Milano. Il polo propone magnifiche mostre immersive, che solitamente prendono spunto dalle pagine di libri realizzati da talentuosi illustratori. E’ così possibile vivere un’esperienza indimenticabile tra il reale e l’immaginario nel Giappone di oggi e di ieri. Tra le mostre più amate:

  • “Storie di Donne Samurai” di Benjamin Lacombe.
  • “Fantasmi e spiriti del Giappone” di Benjamin Lacombe.
  •  “Botteghe di Tokyo” di Mateusz Urbanowicz.

Biglietti mostre TENOHA Exhibition

I biglietti per le mostre TENOHA Exhibition sono acquistabili online sul sito ufficiale dello spazio espositivo.

Dove si trova TENOHA Exhibition

TENOHA Exhibition si trova in Via Vigevano 18, a due passi dai Navigli.

Come arrivare a TENOHA Exhibition

Treno: biglietti, orari e prezzi icon Metro 2 – Fermata “Porta Genova” | Tram 9 fermata “Porta Genova FS” e tram 10 fermata “Via Vigevano – Via Corsico”.

Musei di Milano mappa

Nella mappa dei viaggi di LE COSMOPOLITE, che trovate di seguito, potete vedere la mappa dei musei di Milano da vedere assolutamente. Oltre all’indicazione dei migliori musei di Milano, nella mappa sono segnalati tutti i punti di interesse di Milano di cui ho parlato nel blog. In ogni pin troverete il link all’articolo dedicato con la storia dei luoghi, cosa fare e vedere e tante informazioni utili per organizzare la visita.

Guida ai Musei di Milano

Esplorare i migliori musei a Milano è un viaggio attraverso secoli di storia, cultura e creatività. Con una varietà di opzioni che spaziano dalle opere d’arte rinascimentali alla moderna innovazione, i musei e case museo raccolti in questa guida dei musei di Milano da non perdere offrono un’esperienza unica e appassionante per ogni visitatore. Che voi siate affascinati dall’arte classica, dalla scienza, dalla storia o dalla moda, Milano ospita una ricchezza di tesori tutti da scoprire. Con l’aiuto della mappa inclusa, avventurarsi nei musei della città diventa ancora più accessibile e coinvolgente. Preparatevi a immergervi nella vibrante cultura milanese e nelle sue straordinarie collezioni museali. 😉


Newsletter di LE COSMOPOLITE Viaggi - icona

Questo racconto di viaggio ti è piaciuto?

Iscriviti alle Newsletter di LE COSMOPOLITE.

Tutto quello che ami sapere direttamente nella tua mail.


Vacanze a Milano: come organizzare il viaggio

Non vedete l’ora di partire per un viaggio a Milano? Ho raccolto per voi qui di seguito tanti link utili per organizzare le vostre vacanze a Milano o un weekend in modo facile e veloce. Ho selezionato per voi le migliori offerte online, proposte dalle piattaforme più affidabili di servizi turistici che utilizzo anch’io quando organizzo i miei viaggi. Ai link potrete prenotare con un click comodamente da casa vostra auto, bus, treni, voli, transfer e hotel, tour privati e guidati della città, biglietti d’ingresso alle principali attrazioni di Milano ed esperienze di viaggio uniche. Troverete anche alcuni suggerimenti sul cosa mettere in valigia per un viaggio a Milano.

Scopri come prenotare un viaggio online fai da te.

Scopri come prenotare un viaggio con LE COSMOPOLITE Viaggi.


Guida di Milano di Le Cosmopolite

Per organizzare il vostro viaggio a Milano vi consiglio di leggere la guida di Milano di LeCosmopolite.it, una raccolta di articoli in cui vi racconto la storia, le curiosità, tante informazioni utili e la mia esperienza in tutti i luoghi che ho visitato personalmente nel capoluogo della Lombardia e che vi consiglio di non perdere durante una vacanza o un weekend in città.

Cosa vedere a Milano.

Cosa vedere in Lombardia.


Hotel a Milano

Prenotazione hotel Prenota un hotel a Milano.

Hotel di lusso Prenota un hotel 5 stelle a Milano.

B&B bed and breakfast Cerca un B&B a Milano.

Casa vacanze Cerca una appartamenti vacanze a Milano.


Biglietti per i musei di Milano

City card: pass turistici Acquista la City Card di Milano.

Biglietto d'ingresso - ticket Acquista il biglietto per il Duomo di Milano e le sue terrazze con ingresso prioritario.

Biglietto d'ingresso - ticket Acquista il biglietto per il Museo del Cenacolo Vinciano e l’Ultima Cena con ingresso prioritario.

Biglietto d'ingresso - ticket Acquista il biglietto per il Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia “Leonardo da Vinci” con ingresso prioritario.

Biglietto d'ingresso - ticket icon Acquista il biglietto d’ingresso alla Pinacoteca Ambrosiana e alla Cripta di San Sepolcro.

Biglietto d'ingresso - ticket icon Acquista il biglietto per visitare il Museo della Scala e il Teatro alla Scala di Milano con ingresso salta la fila.

Biglietto d'ingresso - ticket icon Acquista il biglietto per le Gallerie d’Italia a Milano.

Biglietto d'ingresso - ticket Acquista il biglietto per le mostre di MUDEC – Museo delle Culture.

Biglietto d'ingresso - ticket Acquista il biglietto d’ingresso ad Armani Silos, il Museo di Giorgio Armani.

Biglietti per le Case Museo di Milano

Biglietto d'ingresso - ticket icon Acquista il biglietto per Villa Necchi Campiglio.

Biglietto d'ingresso - ticket Acquista il biglietto d’ingresso per la Casa Museo Poldi Pezzoli.

Biglietto d'ingresso - ticket icon Acquista il biglietto per Museo Bagatti Valsecchi.

Visite guidate a Milano

Partecipa ad una visita guidata di Milano di gruppo.

Tour privato Prenota una visita guidata di Milano con guida privata.

Bicicletta: noleggio e tour Partecipa ad un tour in bicicletta di Milano.

Cosa fare a Milano

Autobus: biglietti, orari e prezzi Prenota il biglietto dell’autobus Hop-on – Hop-off a Milano.

teatro icon Partecipa ad uno spettacolo al Teatro alla Scala.

Crociere, navi e traghetti icon Prenota un giro in barca nei Navigli.

Crociere, navi e traghetti icon Prenota un giro in barca dei Navigli con aperitivo.

Terme e piscine termali Prenota un biglietto per QC Terme Milano.

Corso di cucina Partecipa ad una lezione di cucina con un locale.

Servizio fotografico e instagram tour Prenota un servizio fotografico a Milano con un fotografo professionista di street photography.

Cosa visitare nei dintorni di Milano

Tour guidato Scopri le escursioni di un giorno nei dintorni di Milano.

Tour guidato Scopri le escursioni di più giorni nei dintorni di Milano.


Treni per Milano

Treno: biglietti, orari e prezzi Acquista un biglietto del treno per Milano.


Autobus per Milano

Autobus: biglietti, orari e prezzi Acquista un biglietto dell’autobus per Milano.


Voli aerei per Milano

Sono molti i voli aerei tra cui potete scegliere per raggiungere Milano. In particolare la città è servita dai seguenti aeroporti:

  • Aeroporto Milano – Linate.
  • Aeroporto Milano – Malpensa.
  • Aeroporto Bergamo – Orio al Serio.

Aereo: offerte voli Cerca offerte voli per Milano.

Transfer di gruppo e shuttle Prenota un transfer da / per l’Aeroporto Milano Malpensa.

Transfer di gruppo e shuttle Prenota un transfer da / per l’Aeroporto di Linate.

Transfer di gruppo e shuttle Prenota un transfer da / per l’Aeroporto Bergamo – Orio al Serio.


Auto a noleggio a / per Milano

Noleggio auto Prenota un auto a noleggio.

Auto e car sharing Prenota un’auto in car sharing a Milano.


Prenota il parcheggio online

Parcheggio icona Prenota il tuo parcheggio in città, stazione, aeroporto e porto.


Viaggi organizzati a Milano

Cerchi un viaggio organizzato su misura a Milano? Vivi le avventure di LE COSMOPOLITE Viaggi.

Scegli e personalizza i nostri itinerari o creane di tuoi insieme ad un esperto di viaggi dedicato.

Agente di viaggio: prenota un viaggio organizzato online Prenota un viaggio organizzato a Milano.


Viaggiare sicuri a Milano

Controlla la check list del cosa fare per viaggiare sicuri.

Assicurazione di viaggio Sottoscrivi un’assicurazione di viaggio Heymondo con assistenza h24 ed uno sconto del 10% per i lettori di LeCosmopolite.it.

Allarme sicurezza in viaggio Acquista un allarme di sicurezza personale per donne da viaggio.

Kit medico da viaggio Acquista un kit medico da viaggio.


Cosa mettere in valigia per un viaggio a Milano

lecosmopolite.it Scopri le regole per il bagaglio a mano.

lecosmopolite.itScopri come organizzare la valigia perfetta.

lecosmopolite.it Scopri i consigli del make up artist Pablo Ardizzone per il trucco perfetto in viaggio.

lecosmopolite.itScopri come vestirsi per viaggiare in aereo.

Libri e guide Acquista la guida pocket con mappa estraibile di Milano di Lonely Planet.

Libri e guide Acquista la guida “Conosco un posto. Milano” di Caterina Zanzi.

Libri e guide Acquista una guida della Lombardia di Lonely Planet.

Donna Acquista un kit per fare pipì in piedi da viaggio.

Condividi l'articolo
Roberta Ferrazzi
Roberta Ferrazzi

Ciao, sono ROBERTA FERRAZZI, travel blogger fondatrice e manager di LeCosmopolite.it - il blog al femminile per donne viaggiatrici che stai leggendo ora - Consulente in Marketing e Comunicazione crossmediale, Marketing Coach e Content Creator (RobertaFerrazzi.com). Arilicense di origine e milanese di adozione, vivo tra il Lago di Garda e Milano. Da sempre innamorata dei viaggi, non smetto mai di esplorare il mondo, scoprendo culture incredibili e luoghi mozzafiato. Adoro condividere le mie esperienze di viaggio ed itinerari attraverso il blog e spero di ispirarti a prendere la valigia e partire per avventure emozionanti anche in solitaria. In LE COSMOPOLITE ti parlo di piccolo e grandi avventure per il mondo, ma anche di come diventare travel blogger. Unendo il mio DNA del viaggiatore con la mia esperienza nel marketing crossmediale, ti spiego come trasformare la tua passione per i viaggi in una professione autentica e gratificante. Ricorda, ogni viaggio è un'opportunità per scoprire se stessi e il mondo che ci circonda. Preparati a partire e lasciati sorprendere dalle meraviglie che ti attendono!

Articoli: 352

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: Questo contenuto è protetto. © Copyright 2017-2023 Roberta Ferrazzi - LeCosmopolite.it. All rights reserved.