Isola di Rab in Croazia: cosa vedere e fare, info utili e mappa

L’Isola di Rab è un’incantevole zona della Croazia, nonché l’isola più affascinante del Quarnaro. Ribattezzata dagli antichi Romani “Felix Arba“, l’isola felice, Rab è la meta perfetta per chi desidera trascorrere una vacanze al mare tra bagni di sole, spiagge da sogno, attività sportiva e itinerari culturali. In questo articolo vi racconto la storia dell’isola di Rab, cosa fare e vedere, quali sono le cittadine, i punti di interesse e le spiagge da non perdere, dei sentieri escursionistici e dei precorsi ciclabili da seguire per una memorabile esperienza tra la natura e panorami mozzafiato. Troverete infine tante informazioni utili per arrivare sull’Isola di Arbe ed organizzare la vostra vacanza al meglio.

Isola di Rab in Croazia

Benvenuti nell’incantevole isola di Rab in Croazia, una delle gemme nascoste dell’Adriatico croato. Rab è stata una tappa del mio viaggio on the road in Croazia dall’Italia, che ha toccato le città di Abbazia e Pola, l’isola di Krk e i fiabeschi Laghi di Plitvice. Situata nel golfo del Quarnero, Rab è famosa per le sue spiagge spettacolari, le affascinanti città storiche e i paesaggi naturali mozzafiato. In questa guida vi accompagnerò alla scoperta dei luoghi imperdibili di Arbe, dalle antiche chiese e fortezze medievali alle spiagge di sabbia dorata e ai parchi naturali. Inoltre, troverete informazioni pratiche per pianificare il vostro viaggio, comprese le migliori opzioni di trasporto e suggerimenti su dove alloggiare. Che siate appassionati di storia, amanti della natura o semplicemente in cerca di relax, l’isola di Rab ha qualcosa da offrire a tutti voi. Io me ne sono semplicemente innamorata! Preparatevi a vivere un’esperienza indimenticabile in questo angolo di paradiso croato. ;)

Cerchi un viaggio organizzato su misura?

Vivi le avventure di LE COSMOPOLITE Viaggi.

Scegli e personalizza i nostri itinerari o creane di tuoi insieme ad un esperto di viaggi.

Monastero e Chiesa di San Giovanni Evangelista a Rab

Dove si trova Rab

L’isola di Rab si trova in Croazia, è una delle Isole Quarnerine, ossia le isole situate nel golfo del Quarnaro, e nel suo punto più vicino dista circa 2 km dalla costa della Dalmazia.

Quanto è grande l’Isola di Rab

L’isola di Rab è lunga circa 22 Km e larga 7,5 km, vi sarà quindi semplice visitarla tutta in poco tempo. La vetta più alta dell’isola è quella di Tignarossa, che si trova nella zona centro-orientale e arriva ad un’altezza di circa 410 metri s.l.m..

Città dell’Isola di Rab

L’isola di Arbe conta sul suo territorio 8 borghi: Rab (Arbe), Lopar, Banjol, Barbat, Kampor, Palit, Mundanije e Supetarska Draga. Vediamoli di seguito insieme:

  1. Rab è il capoluogo dell’isola di Rab, ed è il centro storico dell’isola, noto per la sua incantevole città vecchia, con le sue antiche chiese, torri e mura medievali.
  2. Lopar è famosa per le sue splendide spiagge sabbiose, tra cui la popolare Paradise Beach.
  3. Barbat è un villaggio pittoresco situato lungo la costa, noto per le sue belle spiagge e il porto turistico.
  4. Banjol è caratterizzato da numerose baie e spiagge, è una località ideale per il relax.
  5. Kampor è un’area famosa per il suo monastero francescano e la riserva naturale di Dundo.
  6. Supetarska Draga è divisa in due baie ed è famosa per il suo porticciolo e le sue tranquille spiagge.
  7. Palit è un moderno villaggio vicino alla città di Rab.
  8. Mundanije è situato nell’entroterra, circondato da natura e tranquillità.

Rab o Arbe?

Rab e Arbe sono due nomi che si riferiscono alla stessa isola e alla stessa città, ma in contesti e lingue diverse:

  • Rab è il nome croato dell’isola e dell’omonima città ed è comunemente usato oggi.
  • Arbe è il nome italiano e storico dell’isola e del capoluogo, spesso utilizzato nei documenti storici e in contesti culturali legati all’Italia.

Entrambi i nomi possono essere utilizzati, ma Rab è il termine contemporaneo e ufficiale usato in Croazia. ;)

Storia dell’isola di Arbe

La storia dell’isola di Arbe ha radici lontane ed è ricca di avvenimenti. Per quanto piccola questa isola possa essere, ha storicamente attratto l’attenzione di molti e fu contesa tra i regni prima e i Paesi poi, più importanti del bacino Mediterraneo. La storia dell’isola di Rab è legata anche alla popolazione italiana, che qui era un tempo in maggioranza. Nel II secolo a.C. Arbe venne conquistata dai Romani e la Feliz Arba ricevette lo status di Municipium. A partire dal 493 e fino a metà del 500 l’isola di Arbe venne invasa dai Goti, per passare nel 544 sotto il controllo di Bisanzio. Nell’anno 1000 l’isolotto si sottomise a Venezia. Dal 1100 al 1400 Arbe venne controllata dai Veneziani, dall’Ungheria e della casa reale d’Angiò di Napoli. Nel 1409 i Veneziani riportano l’isola di Rab sotto il loro dominio, che mantennero fino al 1797, anno della caduta della Repubblica di Venezia. Dopo la parentesi napoleonica, nel 1815 l’isola di Arbe venne inglobata nell’Impero austro-ungarico, sotto il cui controllo rimase fino al fine della prima guerra mondiale. Nel 1920 l’isola fu interessata dalla breve, ma intensa, Reggenza italiana del Carnaro, un’entità statuale provvisoria che venne proclamata nella città di Fiume durante l’occupazione militare guidata dall’immaginifico poeta-soldato Gabriele D’Annunzio e da cui scaturì la mirabile, quanto utopistica Carta del Carnaro. Poco dopo la dissoluzione della Reggenza, l’isola venne annessa al regno dei Serbi, Croati e Sloveni, poi regno di Jugoslavia. Arriviamo così alla seconda guerra mondiale. L’isola di Rab venne temporaneamente annessa al Regno d’Italia e aggregata alla provincia di Fiume. Nel 1942 nell’area di Campora, Kampor in croato, venne installato un campo di concentramento che vide passare circa 6500 civili e dove oltre 1000 persone trovano la morte. L’Esercito popolare di Liberazione Jugoslavo guidato dal maresciallo Tito, occupò l’isola nel 1945, annettendola alla Repubblica Socialista Federale di Jugoslavia. Oggi l’isola di Rab fa parte della Repubblica di Croazia e dal dopoguerra in poi ha visto la maggior parte degli arbesani di lingua italiana abbandonare l’isola.

Cosa vedere sull’Isola di Rab

L’isola di Rab incanta per le sue lunghe spiagge di sabbia e una natura rigogliosa. Tra le cose da vedere sull’isola di Rab va certamente annoverato il pittoresco centro storico della città di Rab. Di seguito vi indico cosa vedere sull’isola di Rab e i luoghi storici da non perdere. ;)

Città di Rab: cosa vedere in 1 giorno

La città di Rab è una tappa immancabile durante un tour dell’isola di Arbe e si può visitare anche in un giorno. La pittoresca località sorge sulla stretta penisola di Punta Sant’Antonio, che si protende nel mare. Il suo centro storico, che venne fortificato in epoca romana, è abbracciato da mura bianche disseminate di piante di cappero, all’interno delle quali si ergono fieri, come gli alberi di una nave ammiraglia che naviga tra onde di tegole rosse, i quattro campanili delle chiese dell’Assunzione, di San Giovanni Evangelista, di Sant’Andrea e di Santa Giustina. Un labirinto di viuzze intersecate alle tre vie principali della città, conduce i visitatori dalla città bassa all’antica città alta, dove si trovano storiche chiese e magnifici belvedere. 

Piazza San Cristoforo (Trg Sv. Kristofora)

Piazza San Cristoforo è la piazza principale di Rab. Affacciata sul porto, la piazza accoglie tanti bei localini e spesso mercatini e mostre d’arte temporanee. La piazza si caratterizza per la presenza di:

  • una pittoresca scalinata che conduce alla chiesetta e alla torre di San Cristoforo, in Gornja ulica 26, da cui si gode di una bella vista sul porto e sulla città, e al Parco di Komrčar.
  • per la Fontana della Pastorella Draga e la statua di Kalifront. Draga e Kalifront sono due personaggi leggendari locali legati da un’amore dal triste epilogo.

Sdrenja ulica

Sdrenja ulica è la caratteristica via dello shopping della città di Rab, dove potrete trovare simpatici negozietti e palazzi storici di epoca veneziana con tanto di leoni marciani, come Palazzo Dominis e Palazzo Tudorini.

Loggia cittadina

La Loggia cittadina di Rab è un edificio in stile rinascimentale, che venne costruito nel 1509. L’ampia sala, che presenta un tetto sorretto da una serie di colonne, oggi ospita un locale, ma fino alla caduta della Serenissima nel 1797 questa loggia era il centro di Arbe. Accanto alla loggia si può ammirare anche la Cinquecentesca torre dell’orologio.

Cattedrale dell’Assunzione della Beata Vergine Maria

La Cattedrale dell’Assunzione della Beata Vergine Maria (in croato Katedrala Uznesenja Blažene Djevice Marije), in Ul. Ivana Rabljanina, è un sito di culto cristiano che ha radici che risalgono al V secolo. Nel corso dei secoli, la chiesa ha subito diverse trasformazioni, ma conserva ancora la sua maestosa facciata in pietra bianca e rosa, una Pietà in stile gotico e un coro ligneo del Quattrocento. Affianco alla chiesa troverete una bella terrazza panoramica sul mare con una statua di San Cristoforo, patrono di Arbe.

Il Campanile della Cattedrale di Rab

Il campanile della Cattedrale di Rab si trova in Ul. Ivana Rabljanina 15, a poca distanza dalla chiesa. Quest’antica torre campanaria risale al 1200 e con i suoi 26 metri di altezza è il più alto tra i campanili di Arbe, nonché una dei più affascinanti di tutta la costa croata. La sommità del campanile è ornata da una piramide ottagonale, circondata da una balaustra romanica e sormontata da una croce con cinque piccole sfere e reliquiari di santi. Il campanile della Cattedrale di Rab è un magnifico punto panoramico della città. Salendo la ripida scala in legno che porta alla cima della torre, si arriva alla cella campanaria, da cui si gode una vista mozzafiato sul mare e sui tetti della città vecchia.

Chiesa di Sant’Antonio

La Chiesa di Sant’Antonio è una chiesa Seicentesca in stile barocco posta alle spalle della Cattedrale dell’Assunzione della Beata Vergine Maria. Ubicata all’estremità est della città vecchia e della penisola, confina con un monastero francescano che è tuttora in attività. La Chiesa di Sant’Antonio, che ospita le spoglie di San Marino di Rab, si caratterizza all’interno per la presenza di bei marmi intarsiati. Nelle sue vicinanze si trova un giardino con una statua di San Marino.

Monastero di Sant’Andrea

Il Monastero benedettino di Sant’Andrea (Benediktinski samostan sv. Andrija) in Ul. Ivana Rabljanina 6, fu fondato nel XI secolo ed è un luogo di tranquillità e spiritualità. L’architettura del monastero e la sua posizione panoramica ne fanno un luogo affascinante da visitare. Il campanile del monastero è il più antico dell’isola di Arbe.

Campanile di Rab e Campanile del Monastero di Sant'Andrea ad Arbe, Croazia
Campanile di Rab e Campanile del Monastero di Sant’Andrea

Chiesa di Santa Giustina e Trg Slobode

La Chiesa di Santa Giustina si trova in Gornja, proprio accanto alla suggestiva piazza panoramica Trg Slobode (Piazza della Libertà). La chiesa ospita una cospicua collezione di oggetti sacri e artistici che coprono un periodo che va dal 1000 al 1700. Anche la Chiesa di Santa Giustina vanta il suo bel campanile, che venne costruito nel 1672, il più “giovane” tra i quattro campanili di Rab. L’adiacente piazza Trg Slobode, con il suo grande albero centrale, è un meraviglioso punto panoramico che guarda la boscosa penisola di Frkanj. Di sera questo angolo della città vecchia si anima e diventa un pittoresco bar all’aperto. Da non perdere. ;)

Monastero e la Chiesa di San Giovanni Evangelista

Il pittoresco sito del Monastero e della Chiesa di San Giovanni Evangelista (Crkva i samostan sv. Ivan Evanđelist) si trovano in Gornja 18A. Probabilmente il complesso è stato costruito nel periodo pre-cristiano e restaurato durante il periodo romanico, momento in cui è stato aggiunto il bel campanile alto 20 metri, dalla cui cima si gode di una magnifica vista della città. La basilica, che all’inizio fu un monastero benedettino, venne donata nel 1200 ai Francescani e fu completamente distrutta nel 1800. Il sito è davvero suggestivo e vi consiglio di visitarlo. ;)

Punto panoramico di Rab

Dopo aver visitato il Monastero e la Chiesa di San Giovanni Evangelista, continuate lungo la via, fino a raggiungere il Punto panoramico di Rab in Gornja 26A. Si tratta di una stretta terrazza tra i tetti, che domina Piazza San Cristoforo. Da questo punto panoramico potrete godere di una bella vista del porto e dei campanili della città. ;)

Chiesa di San Cristoforo e Museo Lapidario

La Chiesa di San Cristoforo si trova in Gornja ulica 26, il punto più alto della città, proprio accanto al Punto Panoramico. Questa chiesetta Trecentesca dedicata al Patrono di Rab, oggi ospita il Museo Lapidario, che propone manufatti risalenti al periodo che va dal II e III secolo fino alla fine del 1700. Proprio di fronte alla chiesa c’è un delizioso giardino che conduce all’incantevole passeggiata lungomare di Rab e al Parco forestale Komrčar.

Passeggiata lungomare

Dopo aver visitato la città vecchia di Rab non mancate di scendere le scale attraverso gli alberi di conifere, che vi condurranno alla passeggiata lungomare di Rab. Qui potrete non solo fare due passi lungo la promenade e ammirare i magnifici scorci che Arbe regala, ma anche prendere il sole, fare il bagno e fermarvi a bere o mangiare qualcosa in uno dei tanti localini in riva al mare.

Parco forestale Komrčar

Dal centro storico di Rab e dalla passeggiata lungomare potete addentrarvi nel Parco forestale Komrčar, un oasi verde di 8 km dove potrete camminare, fare un picnic o cercare un po’ di frescura all’ombra di querce, pini marittimi, olivi, cipressi e palme. Lungo il percorso potrete ammirare anche magnifiche agave e cactus. All’interno del parco si trova il monumento a Justus Belija (1853 – 1923), il capo forestale che trasformò un pascolo comune in uno dei più bei parchi della Croazia.

Monastero Sant’ Eufemia a Kampor

Il Monastero Sant’ Eufemia (in corato Samostan sv. Eufemija), situato a Kampor 19 sulla Baia di Sant’Eufemia, è un altro punto di interesse da non perdere sull’Isola di Rab. Il sito comprende:

  • la Chiesa di Sant’ Eufemia, la più antica, che si caratterizza per il pregevole soffitto ligneo a cassettoni decorato con motivi sacri.
  • la Chiesa di San Bernardino.
  • un convento con un museo, che propone una collezione di oggetti sacri, corali e incunaboli, una raccolta di medaglie, monete antiche e reperti archeologici.

Campo di concentramento per internati civili di Guerra a Kampor

Tra le cose da vedere a Rab va sicuramente menzionato un luogo della memoria, il Campo di concentramento per internati civili di Guerra a Kampor (in croato Koncentracijski logor Rab), che si trova a poca distanza dalla Spiaggia di Mel. Il Campo di prigionia sull’Isola di Arbe venne costruito dalle truppe fasciste occupatrici dell’esercito italiano e restò in funzione dal 1942 al 1943. Vi abitarono circa 15.000 persone, adulti e bambini, la maggior parte delle quali erano sloveni, croati ed ebrei. Pur non trattandosi di un campo di sterminio, molti prigionieri vi trovarono la morte a causa delle mostruose condizioni di vita e delle violenze subite. Nel 1954 l’architetto sloveno Edo Ravnikar, tra i sopravvissuti del campo, edificò il cimitero della Rimembranza. Nel parco si può ammirare anche un grande mosaico commemorativo. 

Punto panoramico lungo Supetarska Draga

Se amate le viste mozzafiato, non potete perdere il Punto panoramico lungo Supetarska Draga a Lopar. Da qui potrete ammirare le isole di Maman, Sridnjak e Otocic. Davvero suggestivo e da non perdere. ;)

Mappa dei punti di interesse sull’Isola di Rab

Nella mappa dei viaggi di LE COSMOPOLITE, potrete trovare un focus sull’Isola di Rab, con tutti i luoghi da non perdere e i punti di interesse da vedere nelle vicinanze dell’isola in Croazia.

Migliori spiagge sull’isola di Rab

L’Isola di Rab, con le sue acque cristalline e la sua costa variegata, è un vero paradiso per gli amanti del mare e della vita da spiaggia. Rab offre infatti una varietà di spiagge che possono soddisfare ogni tipo di viaggiatore. Si va dalle spiagge attrezzate di tutto punto, alle spiagge naturaliste più selvagge, passando per una miriade di piccole calle disseminate lungo la costa. Di seguito vi suggerisco alcune luoghi che sono da annoverare tra le migliori spiagge di Rab dove andare assolutamente durante la vostra vacanza in Croazia.

Spiaggia Paradiso (Rajska Plaža)

Situata nella zona di San Marino a Lopar, Spiaggia Paradiso (in croato Rajska Plaža) è forse la spiaggia più famosa di Rab. Questo lungo tratto di sabbia fine, che si estende per quasi due chilometri, è ideale per le famiglie grazie alle sue acque poco profonde e alla vasta gamma di servizi, tra cui bar, ristoranti, giochi acquatici e attività sportive. La spiaggia è perfetta per trascorrere una giornata tra relax, giochi sulla sabbia e lunghe passeggiate sul bagnasciuga.

Spiaggia di Sahara

Situata a Lopar, la Spiaggia Sahara è una delle spiagge più belle e meno conosciute dell’isola di Rab. Raggiungibile solo a piedi o in barca, questa spiaggia di sabbia dorata è un rifugio per chi cerca solitudine e bellezze naturali. Non ci sono servizi sulla spiaggia, quindi è consigliabile portare con sé tutto il necessario per la giornata. La camminata per arrivarci è ripagata dalla bellezza incontaminata del luogo.

Spiaggia di Ciganka

Un’altra gemma nella località di Lopar, la spiaggia di Ciganka è famosa per le sue spettacolari formazioni rocciose e la sua atmosfera selvaggia. Questa spiaggia naturista è meno frequentata rispetto a Rajska Plaža e offre un’esperienza più intima e riservata. Le sue acque turchesi e il paesaggio mozzafiato la rendono una meta imperdibile per chi cerca bellezze naturali e tranquillità.

Spiaggia di Stolac

La Spiaggia di Stolac a Lopar è una destinazione ideale per chi cerca privacy e un angolo tranquillo di sabbia o roccia. Perfetta per i naturisti, questa spiaggia FKK (dal tedesco “Frei Körper Kultur”, ossia “cultura del corpo libero”) si trova a soli 10 minuti dall’hotel San Marino. Un’isoletta di fronte alla spiaggia è raggiungibile a piedi, attraversando pochi metri di acqua cristallina e poco profonda.

Spiaggia di Pudarica (Plaža Pudarica)

Se cercate un’atmosfera più vivace, la spiaggia di Pudarica (Plaža Pudarica) è il posto giusto. Situata a Barbat, a pochi chilometri dalla città di Rab, questa spiaggia di ciottoli è nota per il suo club notturno, il Santos Beach Club, che attira giovani da tutta l’isola. Durante il giorno, Pudarica offre acque limpide e una tranquilla spiaggia molto frequentata anche dalle famiglie, mentre di notte si trasforma in un centro di divertimento con musica e feste.

Spiaggia di Kandarola (Plaža Kandalora)

La spiaggia Kandarola a Kampor è una delle spiagge naturiste più antiche in Europa. Si dice che persino il re inglese Edoardo VIII e Wallis Simpson l’abbiano frequentata negli anni ’30 del 1900. Immersa in un magnifico paesaggio naturale, Kandarola offre un’esperienza di completa tranquillità e contatto con la natura. È accessibile sia via mare che tramite un sentiero panoramico che attraversa la pineta.

Spiaggia di Suha Punta

Situata a Kampor, la spiaggia di Suha Punta si compone di una serie di piccole baie e calette attrezzate e non, che offrono un ambiente più riservato e tranquillo. Le spiagge qui sono una combinazione di ciottoli e rocce, con numerosi punti ideali per lo snorkeling dove l’acqua è incredibilmente chiara. Raggiungibile in bicicletta seguendo delle pittoresche piste ciclabili che attraversano il bosco, Suha Punta è perfetta per chi cerca un po’ di pace lontano dalle spiagge più affollate.

Consigli utili per andare in spiaggia a Rab

Se deciderete di andare in spiaggia a Rab, cosa che vi consiglio caldamente, dovrete preparare la borsa della spiaggia a seconda della meta che avrete scelto. Se desiderate rilassarvi in calette appartate, ricordate di portare con voi una borraccia d’acqua e qualcosa da mangiare, perché queste spiaggette non sono attrezzate. In generale portate sempre con voi una crema solare, un telo mare super light, maschera e boccaglio per ammirare la natura sottomarina e scarpe da scoglio, che vi risulteranno molto utili. ;)

Escursionismo e Cicloturismo sull’Isola di Rab: percorsi a piedi e in biciletta

L’isola di Rab non è un paradiso solo per chi ama la vita da spiaggia, ma anche per chi desidera fare trekking panoramici e cicloturismo in un natura rigogliosa. Arbe infatti offre un’ampia varietà di lussureggianti parchi naturali e percorsi da fare a piedi o in biciletta per gli appassionati di escursionismo e natura. Tra i sentieri più affascinanti ci sono quelli del progetto “Rab Archaeological (T)races“, che combinano bellezze naturali e siti storici. Vediamo di seguito i parchi, i percorsi escursionistici e i percorsi ciclabili da non perdere sull’Isola di Rab. Ovviamente, se la stagione lo consente, non mancate di rifrescarvi con un tuffo in mare lungo il percorso. ;)

Parchi naturali sull’Isola di Rab

I Parchi naturali sull’isola di Rab sono tre e offrono una combinazione di bellezze naturali, biodiversità e percorsi trekking da non perdere:

  1. Il già citato Parco Forestale Komrčar è situato vicino al centro storico di Rab, questo parco è un’oasi di vegetazione mediterranea e piante esotiche.
  2. La Riserva Forestale Dundo è una delle aree boschive meglio conservate del Mediterraneo, situata sulla penisola di Kalifront.
  3. Suha Punta è una zona caratterizzata da una natura rigogliosa e sentieri panoramici, ideale per escursioni e passeggiate.

Sentiero Epario

Sentiero Epario è un percorso trekking dell’isola di Rab parte del progetto Rab Archaeological Traces, che offre viste spettacolari su strutture geologiche e siti archeologici risalenti a epoche preistoriche e antiche. Questo percorso di 10 km, che si snoda lungo la costa di Lopar, raggiunge un dislivello di 173 metri e il terreno presenta un’alternanza di asfalto, strada sterrata, pietra e terra. Il percorso Epario può essere fatto sia a piedi che in bicicletta. In particolare:

  • il percorso escursionistico richiede un tempo di percorrenza di 3 ore e presenta un livello di difficoltà contrassegnato come facile.
  • il percorso ciclabile richiede un tempo di percorrenza di 1 ora e mezza e presenta un livello di difficoltà contrassegnato come facile.

Sentiero Capo Fronte

Il Sentiero Capo Fronte di Rab Archaeological Traces si estende per 22,5 km attraverso il bosco Dundo e la verdeggiante penisola di Kalifront. Questo sentiero è ricco di storia con resti di chiese medievali, miniere e un bosco di lecci considerato un gioiello del Mediterraneo. Sentiero Capo Fronte ha un dislivello di 363 metri, si snoda lungo una superfice di asfalto, strada sterrata, pietra, terra e si può fare sia a piedi che in bicicletta. In particolare

  • il percorso escursionistico richiede un tempo di percorrenza di 6 ore e presenta un livello di difficoltà contrassegnato come facile.
  • il percorso ciclabile richiede un tempo di percorrenza di 3 ore e presenta un livello di difficoltà contrassegnato come mediamente impegnativo.

Sentiero Frux

Il Sentiero Frux di Rab Archaeological Traces collega Lopar e Supetarska Draga, fa parte del fa parte del cosiddetto Sentiero di Premužić e si distingue per la presenza lungo il tracciato del laghetto Fruška lokva e muretti a secco. Sentiero Frux è percorribile a piedi e in MTB, ha una lunghezza di 6,5 Km, un dislivello totale di 122 metri e alterna asfalto, pietra e terra. In particolare:

  • il percorso escursionistico richiede un tempo di percorrenza di 2 ore e mezza e presenta un livello di difficoltà contrassegnato come facile.
  • il percorso ciclabile richiede un tempo di percorrenza di 1 ora e 45 minuti e presenta un livello di difficoltà contrassegnato come impegnativo.

Percorso Rab-Maman

Il Percorso Rab-Maman è un itinerario lungo circa 14 Km, ideale per gli amanti della bicicletta e per i camminatori appassionati, e può essere percorso anche a tappe. Partendo da Rab, il percorso termina a Dumći, situato sulla punta della penisola di Gonar, di fronte all’isolotto Maman. Lungo il tragitto, si attraversa il pittoresco golfo di Sant’Eufemia, dove è consigliata una sosta al convento francescano con il suo piccolo museo. Proseguendo lungo il litorale, si passa attraverso il piccolo borgo di Kampor e poi le case di Gonar, per poi salire su una collina e scendere nella baia di Supetarska, sul versante opposto al marina.

Vacanze sull’isola di Rab: info utili

Di seguito vi do alcune informazioni utili per organizzare le vacanze sull’isola di Rab, dal modo migliore per arrivare sull’isola ai consigli su dove dormire. ;)

Come raggiungere l’Isola di Rab dall’Italia

Come si arriva sull’Isola di Rab? La risposta dipende dal mezzo di trasporto con cui deciderete di arrivare in Croazia.

Come arrivare sull’isola di Rab in aereo

L’aeroporto più vicino a Rab è l’Aeroporto di Fiume, che in croato si chiama Aeroporto di Rijeka (RJK). Pur essendo servito da compagnie low cost come Ryanair e Easyjet, vi dico già che non ci sono voli diretti dall’Italia e vi ritroverete a fare scalo a Berlino, Francoforte o Budapest per raggiungere l’Isola di Krk. Della serie “bene, ma non benissimo”. Una volta giunti all’aeroporto potrete noleggiare un auto o prendere un autobus giornaliero a lunga tratta verso l’Isola di Rab. In alternativa potrete scegliere di atterrare all’Aeroporto di Trieste (TRS), all’Aeroporto di Zara (ZAD) o all’Aeroporto di Spalato (SPU) e da lì procedere con un’auto a noleggio o con i mezzi pubblici. In sostanza, raggiungere l’Isola di Rab dall’Italia in aereo non è una soluzione facile e veloce.

=> CERCA voli aerei.

Come arrivare a Rab in auto

Se arrivate in Croazia in auto dall’Italia, allora raggiungere l’isola di Rab sarà piuttosto semplice. Per arrivare sull’Isola di Rab bisogna prendere un traghetto con servizio di trasporto auto e passeggeri. In particolare Arbe è raggiungibile in due modi:

  • prendendo un traghetto dal porto di Valbiska, località sull’Isola Krk (in italiano Isola di Veglia), fino a Lopar, borgo nella parte nord dell’isola di Rab. Il collegamento è disponibile tutto l’anno, con partenze due volte al giorno fuori stagione e quattro volte al giorno durante la stagione turistica, con una traversata di circa 30 minuti. L’isola di Krk è collegata alla terraferma dal Ponte di Veglia, quindi prendere il traghetto da qui è la soluzione più semplice se si arriva in Croazia in auto dall’Italia.
  • prendendo un traghetto dal porto di Stinica, una località nel comune di Segna (Senj) sulla terraferma, fino a Misnjak, località situata nella parte meridionale dell’isola di Rab. I traghetti operano durante tutto l’anno, con una traversata di 15 minuti e partenze ogni due ore fuori stagione e continue durante la stagione turistica.

=> PERNOTA un auto a noleggio.

Come arrivare in barca sull’isola di Rab

Chi arriva fin qui in barca invece può tranquillamente ormeggiare l’imbarcazione in una delle quattro marine presenti sull’isola.

Porto della città di Rab

Dove dormire sull’Isola di Rab

L’isola di Rab è votata al turismo ed è costellata di strutture ricettive di diversa tipologia e categoria, per farla breve, ce n’è per tutti i gusti e budget. Se sono molti i campeggi e villaggi turistici, sono meno gli hotel. Tra questi, quelli 4 stelle si trovano quasi tutti nella cittadina di Rab ed i suoi dintorni. Se vi state chiedendo dove dormire sull’Isola di Rab, vi posso consigliare di soggiornare a Lopar, che vanta bellissime spiagge, oppure di cercare un hotel a Rab, dove avrete anche un minimo di vita notturna. Indipendentemente da dove deciderete di dormire, assicuratevi di prenotare il vostro alloggio in anticipo, specialmente durante la stagione turistica estiva, per garantirvi la migliore disponibilità e le migliori tariffe. Io ho prenotato l’hotel mentre ero sul traghetto per Rab (non fatelo! :D ). L’unica stanza che ho trovato era al San Lorenzo, in Lopar 571 a Lopar. La struttura è un tre stelle e propone camere, monolocali e appartamenti. Gli alloggi non sono male, c’è il parcheggio privato ed è vicino alle migliori spiagge di Lopar. ;)

=> PERNOTA:

Quanto stare sull’Isola di Rab

Vi state chiedendo quanti giorni trascorrere sull’Isola di Rab? Ebbene, l’isola è perfetta sia come tappa all’interno di un itinerario in Croazia di più giorni, che come meta per una vacanza al mare. Essendo raggiungibile solo in traghetto, dovrete passare sull’isola almeno una notte. Il mio consiglio è di dormire sull’isola di Rab non meno di un paio di notti, in tre giorni avrete modo di visitare la città di Rab e qualche bella spiaggia. Come vi dicevo, io trovo Rab un angoluccio di mondo davvero incantevole, per cui ve la suggerisco anche per trascorrere un’intera settimana al mare. ;)

Moneta

Dal 1º gennaio 2023 in Croazia la valuta ufficiale è l’euro (€), che ha sostituito la precedente valuta, la kuna croata (HRK). Pertanto, non è necessario effettuare il cambio valuta se si viaggia con la moneta italiana. ;)

Che lingua si parla sull’Isola di Rab

Sull’isola di Rab si parla principalmente il croato, che è la lingua ufficiale della Croazia. Tuttavia, a causa del turismo, molte persone sull’isola parlano anche altre lingue, come l’italiano, l’inglese e il tedesco, per facilitare la comunicazione con i visitatori.

Mini Guida “Isola di Rab: cosa fare e vedere” – LE COSMOPOLITE Viaggi
Condividi l'articolo
Roberta Ferrazzi

Roberta Ferrazzi

Ciao, sono ROBERTA FERRAZZI, travel blogger fondatrice e manager di LeCosmopolite.it - il blog al femminile per donne viaggiatrici che stai leggendo ora - Consulente in Marketing e Comunicazione crossmediale, Marketing Coach e Content Creator. Arilicense di origine e milanese di adozione, vivo tra il Lago di Garda e Milano. Da sempre innamorata dei viaggi, non smetto mai di esplorare il mondo, scoprendo culture incredibili e luoghi mozzafiato. Adoro condividere le mie esperienze di viaggio ed itinerari attraverso il blog e spero di ispirarti a prendere la valigia e partire per avventure emozionanti anche in solitaria. In LE COSMOPOLITE ti parlo di piccolo e grandi avventure per il mondo, ma anche di come diventare travel blogger. Unendo il mio DNA del viaggiatore con la mia esperienza nel marketing crossmediale, ti spiego come trasformare la tua passione per i viaggi in una professione autentica e gratificante. Ricorda, ogni viaggio è un'opportunità per scoprire se stessi e il mondo che ci circonda. Preparati a partire e lasciati sorprendere dalle meraviglie che ti attendono!

Articoli: 358

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Questo contenuto è protetto. © Copyright 2017-2024 Roberta Ferrazzi - LeCosmopolite.it. All rights reserved.