Cosa fare a Parigi: 12 esperienze da non perdere

Cosa fare a Parigi: 12 esperienze da non perdere

Cosa fare a Parigi? Be’ c’è solo l’imbarazzo della scelta! Se avete già completato il tour delle cose da vedere assolutamente a Parigi, ecco qui qualche idea per godervi il vostro soggiorno parigino tra grandi classici e esperienze di ultima generazione.

Cosa fare a Parigi

Crociera lungo la Senna

Una crociera sulla Senna è una esperienza rilassante che vi permetterà di guardare i magnifici palazzi lungo la riva da una prospettiva inconsueta. Sono tante le compagnie che effettuano le minicrociere e potrete anche scegliere di pranzare o cenare a bordo. Io ho navigato con le Bateaux Parisiens (se prendete il Paris PassLib’ la crociera è compresa). Il mio consiglio è di fare la crociera all’ora del tramonto, così potrete vedere il Louvre, il Museo d’Orsay la Torre Eiffel e gli altri gioielli della capitale Francese sia con la luce del giorno, che con le luci della notte.

Crociera sulla Senna Parigi

Una serata al cabaret

Se trascorrerete qualche giorno a Parigi, partecipare ad uno spettacolo di cabaret è d’obbligo. Sicuramente avrete già sentito nominare il Moulin Rouge, il Lido ed Crazy Horse, ma nel cuore del Quartiere Latino sfavillano le luci del più “antico” cabaret di Parigi, il Paradis Latin, che ho visitato durante il mio viaggio a Parigi. Il racconto della sua storia e le informazioni per partecipare allo spettacolo di Cabaret Paradis Latin a questo link. 🙂

Rue Crémieux, la strada delle case colorate

Se in instagram siete soliti seguire travel blogger, oltre a me (ovviamente!) 🙂 , avrete probabilmente già sentito parlare di Rue Crémieux, la strada più colorata di Parigi, che potremmo definire la Burano della Ville Lumière!

Questa via è stata realizzata nel 1857 nei pressi di Gare de Lyon. Lunga 144 metri, conta in tutto 35 case a due piani, che si caratterizzano per il fatto di essere una di colore diverso dall’altra e spesso decorate con trompe l’oeil, insegne ed orologi retrò. La via è piuttosto tranquilla e da il meglio di sé nelle belle giornate di sole. Sicuramente una Parigi che non vi aspettate!

I Passages di Parigi

I Passages di Parigi sono un’esperienza da non perdere in città. Si tratta di gallerie coperte risalenti al 1800 in cui si trovano meravigliose vetrine di negozi di antiquariato, di collezionismo, di piccoli artigiani, di alta moda e vintage, ma anche ristoranti e caffè. Delle versioni ridotte di Galleria Vittorio Emanuele II a Milano, per intenderci, realizzati in gran parte con strutture metalliche e coperture di vetro, secondo le innovazioni architettoniche del tempo.

I passages più famosi, o almeno quelli rimasti dei circa 150 esistenti, si trovano tutti nei pressi di Palais Royal. Tra questi vi segnalo:

  • Passage Verdeau (6, rue de la Grange Batelière – 31, bis rue du Faubourg Montmartre).
  • Passage de Panorama (11-13, boulevard Montmartre – 151, rue Montmartre).
  • Passage du Caire (2, place du Caire – 16, rue du Caire – 239, rue Saint-Denis)
  • Passage Jouffroy (10-12, boulevard Montmartre – 9, rue de la Grange Batelière).

Oggi come allora è possibile trascorrere qualche ora al riparo dalla pioggia e dal freddo dell’inverno nei passage couvert, che a Natale sono meravigliosamente decorati a festa! E’ possibili anche partecipare a tour guidati che vi porteranno alla scoperta dei passages e della loro storia unica.

I passages di Parigi

Degustazione di vini francesi a Les Caves du Louvre

Amanti del vino fate attenzione perché questa è l’esperienza parigina che fa per voi! Poco distante dal Museo Louvre ho scovato Le Caves du Louvre, un luogo davvero suggestivo dove fare una degustazione e scoprire di più sulla lunga tradizione dei vini francesi.

Non fatevi ingannare dalla vetrina molto piccola e poco appariscente, perché nei piani inferiori si nasconde un ambiente a dir poco meraviglioso, ospitato nell’antica cantina reale fondata dal sommelier di Re Luigi XV. Oggi questo luogo, completamente rinnovato, è il posto ideale dove concedersi una degustazione dopo le “fatiche artistiche” del Louvre! Potete partecipare anche a delle visite guidate più degustazione. 😉

Libreria Shakespeare and Company

La libreria Shakespeare and Company sta a Parigi, come la Libreria Acqua Alta sta a Venezia…dovete assolutamente visitarla! Si tratta di un luogo suggestivo ed incredibile in 37 rue de la Bûcherie, cinque minuti a piedi dal Notre Dame, in cui a farla da padrona sono i libri in lingua inglese. La libreria, aperta da George Withman nel 1951 e ora gestita dalla figlia, deve il suo nome al bookshop parigino e salotto dei grandi scrittori anglofoni che Sylvia Beach inaugurò nel 1919.

Ho creato questa libreria come un uomo scriverebbe un romanzo, costruendo ogni stanza come un capitolo, e mi piace che le persone aprano la porta nel modo in cui aprono un libro, un libro che conduce in un mondo magico nella loro immaginazione.

George Whitman

Purtroppo o per fortuna non è possibile fare fotografie all’interno della libreria, ma le parole di Whitman rendono bene l’idea di come possa essere al suo interno la Shakespeare and Company di Parigi. Libri ovunque, oggetti vintage, divani e poltrone vissute, fotografie in bianco e nero, un pianoforte in cui è possible sedersi e suonare, piante, scritte e messaggi dei visitatori, gatti che si godono le coccole dei tanti avventori di questo bookstore indipendente, così amato da essere anche stato il set di svariati film.

FlyView Paris: in volo sopra Parigi

Avete sempre sognato di volare sopra Parigi e svolazzare liberamente intorno alla Torre Eiffel? Ebbene, sappiate che è possibile grazie al simulatore di volo in realtà virtuale di FlyView Paris. Questo aeroporto virtuale si trova in 30 rue du 4 septembre, a pochi minuti a piedi dall’Opéra Garnier. Una volta arrivati e fatta la procedura d’imbarco potrete salire su di un jetpack, equipaggiati con occhiali e auricolari in realtà virtuale.

Ho fatto questa esperienza durante il mio ultimo viaggio a Parigi ed è stata molto divertente. Il Jetpack si muove proprio come una navicella e dei getti d’aria rendono il volo ancora più realistico! Potete acquistare il biglietto d’ingresso a questo link.

Una serata a teatro

Parigi vanta un secolare amore per il teatro. La città è disseminata di piccole e grandi sale teatrali,  sempre affollatissime. Il ventaglio di rappresentazioni proposte è davvero ampio: si va dalle più classiche, alle commedie, ai musical. Se vorrete fare un’esperienza da vero parigino infilatevi in un piccolo teatro nel Quartiere Latino. Io ho preso parte ad una delle prime rappresentazioni in cartellone nel caratteristico Théâtre de la Huchette. Il teatro è aperto dal 1948, una sala di soli 85 posti a sedere e un palco grande come una cucina (piccola). Ve lo consiglio! 😀

Teatro Huchette di Parigi

Una passeggiata in Place Vendome

Poco distante dal Giardino delle Tuileries e dal Louvre si trova l’incantevole Place Vendôme, un luogo da non perdere assolutamente, soprattutto se amate lo shooping di lusso e l’alta gioielleria.

Storia

Place Vendome fu fatta costruire da Luigi XIV nel 1686 per ospitare la Biblioteca Reale. La piazza, splendido esempio di di architettura classica francese, venne progetta da Jules Hardouin-Mansart. L’iconica colonna di bronzo alta 44 metri fece la sua comparsa in Place Vendome nel 1810, per rimpiazzare la statua equestre di Luigi XIV, distrutta durante la Rivoluzione Francese. Ispirata alla colonna Traiana di Roma, la colonna è stata voluta da Napoleone per festeggiare la vittoria della Battaglia di Austerlitz ed infatti per costruirla venne utilizzato il bronzo dei cannoni austriaci e russi (o almeno così si narra…).

Place Vendome a Parigi

Hotel Ritz

Place Vendôme è conosciuta in tutto il mondo anche perché qui si trova l’Hotel Ritz, che Coco Chanel aveva eletto a propria casa. Sappiate che, se lo desiderate, è possibile soggiornare nella suite di Coco, che mantiene ancora gli arredi originali scelti dalla stilista di moda in persona, per la modica cifra di 18.000€ a notte.

L’hotel è legato a doppio filo anche alla figura di Lady Diana, è proprio dal Ritz infatti, che la Principessa Diana e Dodi Al-Fayed partirono per quella terribile corsa in auto che li portò allo schianto mortale nel Tunnel dell’Alma.

Booking.com

Gioiellerie di Parigi

Oggi la piazza è sede delle boutique dei più rinnomati marchi di gioielleria al mondo. Passeggiando per  Place Vendome godetevi la bellezza dei palazzi e il prezioso luccichio di gemme preziose!

Place Vendome cartier

Shopping da Galeries Lafayette

Parigi è un richiamo costante allo shopping! Il grande magazzino del lusso per antonomasia della città è Galeries Lafayette, poco distante dal Louvre e a due passi dall’Opéra Garnier (a cui dovrete per forza dare un’occhiata!).

Storia

Fu fondato nel lontano 1893 da Théophile Bader ed Alphonse Kahn. Dalla loro prima merceria “Aux Galeries Lafayette“, dove si trovavano i laboratori di confezione di moda, all’inaugurazione del magazzino di Boulevard Haussmann nel 1912 il passo fu breve.

Oggi sotto la sfarzosa cupola neo-bizantina del 1912 si estendono ben 70.000 m² di shopping sfrenato.

La Terrazza Panoramica

Vi segnalo anche che Galeries Lafayette ha una terrazza panoramica aperta al pubblico da cui si gode di una piacevole vista sulla città!

Natale a Galeries Lafayette

Se deciderete di visitare Parigi a Natale sappiate che non potrete proprio fare a meno di visitare Galeries Lafayette! In questo periodo dell’anno il tempio dello shopping parigino è una vera istituzione, sia per le vetrine addobbate a tema, che per il sorprendente albero di Natale che ogni anno decora il cupolone!

Passeggiata e shopping a Le Marais

Le Marais è un colorato e romantico quartiere gay friendly e alla moda situato nel centro di Parigi. Si estende dall’Hôtel de Ville lungo la Senna, all’altezza dell’Île Saint-Louis, fino alla Boulevard Henri IV e poi su fino a Place della Bastille e République. L’area ha mantenuto in buona parte la sua architettura pre-rivoluzionaria. Molto graziosa è la seicentesca Piazza dei Vosgi, dove si affacciano moltissime gallerie di arte moderna e la casa di Victor Hugo (l’ingresso è gratuito). Intorno alle vie des Rosiers, Vieille du Temple e Pavée si raccoglie una delle più importanti comunità ebraiche di Parigi. Il mio consiglio è quello di camminare e perdesi tra i vicoli de Les Marais, alla scoperta di musei, gallerie d’arte, negozi di abbigliamento e design, del mercato coperto e dei deliziosi ristoranti e caffè, godendosi la passeggiata senza fretta.

Visitare il Cimitero di Père-Lachaise

Lo so, a sentirla così vi sembrerà un po’ una idea macabra, ma in realtà una passeggiata nel più grande e famoso cimitero di Parigi, il Cimitiére du Père-Lachaise, è una delle cose da fare assolutamente nella capitale francese. Tra le mura di quella che è l’area verde più estesa di Parigi, avrete la possibilità di scoprire opere d’arte funeraria, la storia dei due innamorati Eloisa e Abelardo, visitare la tomba Jim Morrison, Oscar Wilde, Maria Callas e molti altri personaggi illustri della storia. Potete visitare il cimitero anche partecipando a visite guidate.

Ho dedicato al cimitero Père-Lachaise di Parigi un intero articolo (al link) in cui vi parlo della sua storia, le curiosità, le sepolture di personaggi famosi e come organizzare la visita.

Roberta Ferrazzi

Roberta Ferrazzi, travel blogger veronese fondatrice e manager di LeCosmopolite.it, il salotto dedicato alle donne viaggiatrici, è una consulente in comunicazione online e offline con pluriennale esperienza nel mondo del lusso a livello internazionale e forte competenza nel campo della moda, gioielleria, orologeria, design e luxury event. Nel 2017 ha fondato la PR & Digital boutique Shake your S Communication. Oggi progetta e realizza strategie di comunicazione digitali e offline per promuovere con profitto aziende e professionisti. Il suo ufficio è il suo computer. La potrete trovare spesso sul Lago di Garda, a Milano, a Roma, a Parigi e ovunque il desiderio di scoperta la conduca. Ama il design, l’arte, la moda, la musica e il ballo (il tango in particolare), il buon cibo e le grandi tazze di caffè. Viaggia spesso in solitaria alla scoperta di nuove culture o alla ricerca di un po’ di relax. Per contattarla

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.