Cascate di Molina: suggestivo trekking in Lessinia

Cascate di Molina: suggestivo trekking in Lessinia

Le cascate di Molina sono da annoverare tra i bellissimi parchi naturali del Veneto. Situato tra il Lago di Garda e la città di Verona, il Parco delle cascate di Molina è una meta da non perdere per chi ama la natura e il trekking.

Cascate di Molina

Sono tornata alle cascate di Molina dopo 20 anni dalla mia prima visita. Ne avevo un ricordo meraviglioso e devo dire che anche da più grande mi sono divertita a scorrazzare tra i sentieri alla scoperta delle bellezze naturalistiche di questo territorio.

Parchi Veneto

Tra il verde folto delle montagne si nascondono torrenti, cascate spumeggianti, piccoli laghetti, caverne, ripide pareti rocciose, scalinate da vertigini e marmitte d’erosione.

Cascate Molina

L’antico borgo medievale, da cui si passa per raggiungere l’ingresso del parco, è un affascinatene esempio di architettura della Lessinia.

Parco delle cascate di Molina

Vi ho incuriosito? Siete pronti a partire per questa escursione e trekking in Lessinia alla scoperta di uno dei meravigliosi parchi del Lago di Garda? Trovate di seguito i miei suggerimenti per passare un’intera giornata alla scoperta del territorio veronese tra montagna, vigneti, terrazze panoramiche e un tramonto in riva al Lago di Garda.

Molina cascate

Cascate di Molina dove sono

Il Parco delle cascate di Molina è situato a Fumane, nel piccolo borgo di Molina in Lessinia, in provincia di Verona. Il lussureggiante territorio di 80.000 metri quadrati circa che fa parte del parco, si è formato nell’era Terziaria – parliamo di 25-30 milioni di anni fa – e costituisce l’ultimo tratto della vallata di Molina, dove questa incontra la val Cesara e il vaio della Scalucce.

Cascate di Molina percorsi

Questa oasi verde propone 3 percorsi di trekking che vanno dai 400 ai 600 metri circa d’altitudine:

  • percorso verde: lungo 1,2 km – 30 minuti (facile)
  • percorso rosso: lungo 2,3 km – 1 ora (medio)
  • percorso nero: lungo 3,6 km – 2 ore (impegnativo)

Io li ho percorsi tutti e tre ed è quello che vi consiglio di fare se avete tempo e siete abituati a camminare un pochino. La mia visita nel parco è durata circa 5 ore, che sono volate. Gli scorci che vi si apriranno davanti agli occhi e le cascate sono talmente belli che finirete per fermarvi e godervi lo spettacolo della natura.

Tenete presente che i sentieri del Parco sono percorribili solo a piedi. Eventuali passeggini, biciclette o carrozzine andranno lasciati all’ingresso.

Parco cascate Molina

Tutti i sentieri sono ben segnalati e per lo più facilmente percorribili. Vi consiglio comunque di indossare scarpe da trekking, perché – a seconda del tempo – potreste trovare un terreno estremamente scivoloso e a tratti ricoperto di fango, in cui finirete per affondare fino alle caviglie 😀 .

Mappa parco delle cascate di Molina

Sono molte le cose da vedere durante la visita al parco delle Cascate di Molina di Verona, come potete vedere anche dalla mappa che trovate al link. All’interno del parco vi imbatterete nelle seguenti attrazioni naturali:

  • cascata preistorica
  • cascata dell’orso
  • doppio covolo (a mio avviso la più bella di tutte!)
  • pozzo dell’orso
  • cascata del tombolo
  • cascata del tombolino
  • cascata del marmittone
  • cascata spolverona
  • pozzo tondo
  • grotta delle tette more
  • cascata nera
  • cascata verde (molto bella!)

Durante il percorso troverete anche delle croci misteriose incise nella roccia e il sito archeologico denominato “grotta della sacchetta”.

Molina croci misteriose

Cascate di Molina Altalena

Vi sono inoltre due divertenti attrazioni:
• un’altalena che vi proietterà all’interno della cascata nera.
• una teleferica che vi farà sorvolare la cascata del tombolino.

Inutile dire che sono la meta prediletta di Instagramer ed Travel Influencer da tutto il mondo. Proprio per questa caccia allo scatto, dovrete anche pazientare molto, perché in questi punti c’è sempre coda! 😉

Cascate di Molina dove mangiare

All’ingresso del parco delle cascate si trova un bar, dove è possibile mangiare qualcosa, calcolate che è sempre piuttosto affollato. Il parco però è attrezzato anche con delle suggestive aree per il picnic, dove si può fermarsi e mangiare un pranzo al sacco, ed è proprio questa l’opzione che vi consiglio! Molto caratteristica è l’area picnic vicino alla cascata verde. Altra possibilità per sgranocchiare qualcosa è il bar nella piazza principale del borgo.

Molina

Curiosità

Qualche curiosità…Alle cascate di Molina sono stati girati tre video clip musicali:

  • Quando una stella muore di Giorgia
  • Dove è sempre sole dei Modà
  • Oltre i suoi passi dai Sonohra.

I mulini di Molina

Una volta terminata la vostra visita alle cascate di Molina, se avete ancora voglia di fare una passeggiata, vi consiglio di seguire i cartelli per lo spettacolare percorso alla scoperta dei mulini della zona. A me è piaciuto moltissimo e gli scorci sono sensazionali.

E’ proprio dai mulini che deriva il nome Molina! Questo territorio ha basato per secoli (fino al 1930) la sua attività sull’utilizzo dei mulini ad acqua. Ce n’erano ben 17. Oggi è possibile prendere parte a delle visite guidate del Mulin de Lorenzo, dove vi farete un’idea di come funziona un vero mulino.
Il Mulino dei Veraghi è invece il primo dei mulini di Molina e l’unico originale ancora in funzione nella Valpolicella. Qui si macinano i cereali su pietra come si faceva nel 1600.

Finita la visita dei mulini vi potrete fermare alla malga di Molina per acquistare qualche prodotto locale (purtroppo non è possibile mangiare in loco 🙁 ).

Cascate di Molina prezzi

Il Parco delle cascate è visitabile tutti i giorni, con orari di apertura diversi a seconda della stagione. Controllate il sito per verificare le aperture nel periodo di vostra scelta. I prezzi del biglietto d’ingresso alle Cascate di Molina sono 7€ il prezzo intero e 4.5€ il prezzo ridotto.

Come arrivare

Se vi state chiedendo come arrivare al Parco delle Cascate di Molina, la risposta è in auto! Benchè ci siano dei collegamenti autobus che partono da Verona, il viaggio tra cambi e lungo periodo di percorrenza renderebbe questa gita stressante. Con l’auto inoltre potrete godere della bellezza della zona e raggiungere dopo la visita il borgo in collina di San Giorgio di Valpolicella, annoverato tra i Borghi più belli d’Italia del Veneto o raggiungere uno dei paesi del Lago per una cena al tramonto.

Io ho optato per una cena in riva la Lago tra Brenzone del Garda e Torri del Benaco, che ho raggiungiuto seguendo la strada panoramica.

Alla fine di questa lunga giornata forse sarete un po’ stanchini, ma sicuramente avrete gli occhi ed il cuore pieni di bellezza! 😀

Roberta Ferrazzi

Roberta Ferrazzi, travel blogger veronese fondatrice e manager di LeCosmopolite.it, il salotto dedicato alle donne viaggiatrici, è una consulente in comunicazione online e offline con pluriennale esperienza nel mondo del lusso a livello internazionale e forte competenza nel campo della moda, gioielleria, orologeria, design e luxury event. Nel 2017 ha fondato la PR & Digital boutique Roberta Ferrazzi Communication. Oggi progetta e realizza strategie di comunicazione digitali e offline per promuovere con profitto aziende e professionisti. Il suo ufficio è il suo computer. La potrete trovare spesso sul Lago di Garda, a Milano, a Roma, a Parigi e ovunque il desiderio di scoperta la conduca. Ama il design, l’arte, la moda, la musica e il ballo (il tango in particolare), il buon cibo e le grandi tazze di caffè. Viaggia spesso in solitaria alla scoperta di nuove culture o alla ricerca di un po’ di relax. Per contattarla

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.