California e Parchi dell’Ovest: consigli su cosa mettere in valigia!

USA Cosa mettere in valigia?

Questa è la grande domanda che prima o dopo ogni viaggiatore si trova ad affrontare. Se hai optato per un viaggio on the road fai da te in California e nei Parchi dell’Ovest, sai che gli spostamenti saranno molti e dovrai quindi fare una scelta ragionata di ciò che è davvero necessario portare! Se in più viaggi in solitaria sai di dover contare solo sulle tue forze (anche voi ragazze!).

Di valigie nelle mie mani ne sono passate tante, ricordo ancora quella del mio primo “grande” viaggio fuori casa…40Kg per un’estate a Londra. Da allora, dogana dopo dogana e chek in dopo chek in, siamo passati a 11Kg 🙂

Partendo dal presupposto che ognuno deve trovare la “propria valigia perfetta”, vi do di seguito un po’ di consigli da viaggiatrice solitaria…

Che tipo di valigia prendo?

Io ho optato per

  • bagaglio in stiva: una borsa/zaino da 90L che pesa 3 Kg ed è dotata di 4 scomparti, un soffietto di estensione di 6 cm, 3 impugnature, un carrellino a 2 ruote e gli spallacci che all’occorenza si fanno uscire dal vano nascosto per portarla come zaino.
  • bagaglio a mano: uno zaino da 30L a 2 scomparti
  • lucchetto con chiusura TSA per gli Stati Uniti

Che abiti prendo?

Se state partendo per un viaggio on the road negli Stati Uniti in Agosto, simile a quello che ho fatto io attraverso California, Nevada, Utah e Arizona vi imbatterete nei più svariati climi naturali ed artificiali.

  • Aereo / Bus: si gela
  • Los Angeles: temperatuta piacevolmente calda di giorno, la sera vi potreste anche infilare una felpa
  • Las Vegas: 40 gradi ca.
  • Parchi Nazionali dell’Ovest: potrete trovare 40 gradi, ma anche acquazzoni, vento, nebbia e pioggia
  • San Francisco: di giorno è caldo, ma la sera la temperatura scende bruscamente
  • Big Sur e dintorni: passerete dall’estate all’inverno ad ogni chilometro

Come avrete intuito il clima è molto “ballerino” quindi vi dovete muovere di conseguenza: la tecnica degli “strati a cipolla” risulterà vincente, fate un mix di lungo e corto.
Portatevi lo stretto necessario per una settimana, poi laverete gli abiti lungo il cammino e diciamolo, due stracci carini da comprare all’occorenza li si trova sempre!
Per questo viaggio vi consiglio in particolare:

  • un cappello con para collo (credetemi, nei Parchi vi tornerà molto utile)
  • una camicia di lino a manica lunga
  • scarpe da trekking
  • una sneaker comoda per camminare
  • un paio di  flip flop
  • un paio di sandali

Un completo da gran soirée infilatelo in valigia, che non si sa mai finiste ad una festa hollywoodiana, ma scegliete il più light che avete nell’armadio. Per le ragazze: il tacco lasciatelo a casa.

Ricordate di mettere un cambio basico nel bagaglio a mano, nel caso la valigia in stiva andasse smarrita.

In generale nella scelta dei capi per il vostro viaggio pensate sempre che c’è la probabilità di perdere il bagaglio, che on the road gli abiti si lavano alla bell’e meglio e non si fa molta attenzione a dove ci si siede o sdraia. Io personalmente non porto nulla di particolarmente ricercato.


Il Beauty Case

Portatevi dei campioncini dei vostri prodotti preferiti (ed indispensabili) per l’arrivo. Comprerete poi tutto il necessario in loco.
Donne, se proprio non potete rinunciare a truccarvi, portate il basico: eyeliner, mascara, 1 palette ombretto, rossetto/lucidalabbra y nada más!

Mettete il kit spazzolino + dentifricio da viaggio e i trucchi nel bagaglio a mano.

I must have on the road

  • piccola torcia
  • coltellino svizzero
  • borraccia pieghevole
  • adattatore per le prese
  • copia dei documenti, biglietti aerei e assicurazione
  • cintura porta documenti/soldi
  • K-way
  • tappetino poggiapiedi / sacco impermeabile 2 in 1 (è un gadget Domyos moto utile!)
  • phone da viaggio (se avete la “metratura” di capelli che ho io purtroppo è un peso indispensabile)
  • zaino o borsa pocket
  • sacco lenzuolo ultra light
  • sacco a pelo ultra light (se dormirete in ostello)
  • telo/asciugamano in microfibra (vi tornerà utile in molte situazioni)
  • pashmina
  • piumino senza maniche light
  • maglia termica
  • bandana (vi tornerà utile come copricapo, sciarpa, fazzoletto, benda, cintura ecc.)
  • cappello
  • occhiali da sole
  • medicinali (il basico per me è plasil, imodium, aspirina, tachipirina, aulin o similari), cerotti, salviette disinfettanti
  • salviette umidificate
  • fazzoletti
  • tappi per le orecchie
  • cuscino gonfiabile per il collo (non portate quei ciambelloni ingombranti che vendono in aeroporto)
  • taccuino per appunti (non potrete fare affidamento solo sul cellulare..)

PC, tablet, cellulari, macchine fotografiche e relativi caricatori metteteli nel bagaglio a mano, insieme ad una buona lettura e a qualcosa da sgranocchiare e bere (che comprerete dopo aver fatto il check in).

Cercate di satre dentro agli 11 – 12 Kg, che equivale ad avere tutto il necessario (e anche qualcosa in più) e un peso gestibilissimo anche per i più acciaccati! 🙂

 

Roberta Ferrazzi
Benvenuto in LeCosmopolite.it! Dopo diversi viaggi in solitaria (che poi solitaria non è mai) per il mondo, mi sono resa conto che raramente incontravo ragazze/i italiane/i in viaggio da soli. Così Laura ed io abbiamo deciso di fondare LeCosmopolite.it, un magazine che racconta quanto è bello scoprire questo nostro mondo, anche in solitaria. Nel 2016 ho deciso di chiudere con il mio lavoro 9-5, ho fondato Shake your S communication e oggi mi occupo di consulenza in comunicazione online e off line per un porfolio internazionale di clienti. Nel lontano 2009 ho fondato il magazine online ILoveZonaTortona.com (lifestyle) di cui LeCosmopolite.it cura la sezione "Viaggi". Per qualsiasi informazione e curiosità in merito ai miei viaggi lasciate un commento! ;)
http://www.shakeyour-s.com

Similar Articles

Lascia un commento

Top