tour enologici California

California on the “wine” road: alla scoperta dei tour enologici

Per conferire un’ulteriore tocco di allegria al meraviglioso tour in California della cosmopolita Roberta, eccomi qui a darvi un paio di dritte su alcuni tour enologici in California. Ebbene sì, avete letto correttamente… La California non è solo il paradiso dei rollers, delle biondone mozzafiato e delle ville hollywoodiane, ma udite udite, è anche e soprattutto il The American Wine Paradise.

LA CALIFORNIA RAPPRESENTA INFATTI LA ZONA PIU’ VITATA D’AMERICA (CIRCA IL 90% DELLA PRODUZIONE DI VINO VIENE PROPRIO DA QUESTA REGIONE).

Di recente coltivazione e libera di espressione, ma con un occhio di riguardo alle innovazioni, negli ultimi 50 anni (dal 1960 circa) questo Paese si sta affermando tra le zone più importanti a livello mondiale.

Priva di uve autoctone, fatta eccezione per lo Zinfandel, scoperto poi essere un clone del Primitivo pugliese (ma ancora poca convinzione da parte dei californiani stessi che lo credono una varietà di origine croata), la California si è concentrata su varietà alloctone sia per le uve rosse sia per quelle bianche.

California-on-the-wine-road

Le uve rosse più diffuse sono per la maggiore di origine francese, tra i quali troviamo il classico French Blend composto da Cabernet Sauvignon/Franc e Merlot, passando poi all’eclettico Pinot Nero di Borgogna e ad altre varietà sempre di origine francese, quali lo Syrah e il Grenache (ve ne cito solo alcune, forse le più conosciute, altrimenti rischio di ubriacarvi ancora prima di assaggiarne un calice). Anche per quanto riguarda le uve a bacca bianca le varietà in assoluto sono lo Chardonnay e il Sauvignon Blanc, oltre a queste ve ne posso citare tante altre, dal Riesling, al Pinot Grigio al Viognier, Gewurztraminer, ecc..

Quali vini si producono in California? Bhè come direi io… DE OGNI! Diversificazioni pedoclimatiche delle area vinicole, flessibilità e elasticità nell’apprendere e migliorare le tecniche sia in vigna che in cantina, assenza di tradizioni che potrebbero limitarne il progresso, in questo Paese si producono vini di natura, secca, dolce e spumanti Metodo Classico.

Facciamo allora un tour enologico in California partendo dalla zona più importante e conosciuta:

NAPA VALLEY
A soli 90 km a nord-est da San Francisco si trova il 4% di tutto il vino prodotto in California. Uva di rilevanza, Cabernet Sauvignon, che da vita a vini rossi di alta qualità.
Uva bianca con ottimi risultati è lo Chardonnay, utilizzato successivamente anche per produrre spumanti Metodo Classico insieme a Pinot Meunier e ad altre varietà importate da grandi Maison francesi quali Moët&Chandon.

SONOMA
Regione a nord di San Francisco, quest’area è molto famosa e completamente diversa da quella della Napa Valley grazie al suo clima influenzato dalla vicinanza dell’Oceano Pacifico che altalena periodi di nebbia e sole, con notevoli sbalzi termici tra giorno e notte.
Il risultato ottenuto da uve Pinot Nero, Cabernet Sauvignon e dallo Chardonnay è sorprendente e rinomato in tutto il mondo.

CARNEROS
Nella baia settentrionale di quella di San Francisco troviamo la zona dello “champagne” californiano. Grazie al suo clima e al suo terreno qui il Pinot Nero e lo Chardonnay danno vita al magico mondo del metodo classico, attirando l’attenzione dei cugini europei quali spagnoli e francesi che hanno avviato interessanti produzioni di spumante.

Altre zone, dove potrete trovare oltre a infinite varietà tra le quali anche la nostra Barberozza italiana, si mescolano in questa terra ricca di piaceri dando vita a vini del tutto sorprendenti e camaleontici che tra una tappa a Venice Beach e un giro a Santa Monica vi aiuteranno, oltre ad alleviarvi la sete, ad apprezzare questa terra dalle mille sfumature!!!

Ecco invece alcuni suggerimenti di cantine che vale la pena visitare se capitate da quelle parti e se avete deciso di intraprendere un tour enologico in California:

conosciuto come l’ambasciatore dei vini californiani. Origine italiana, marchigiana x la precisione, ha spopolato con il suo Cabernet Sauvignon il quale si dice essere uno tra i buoni al mondo e il Sauvignon Blanc con cui produce il famoso Fumé Blanc.

da qualche anno di proprietà della Famiglia Antinori, il suo cavallo di battaglia è il S.L.V. un Cabernet in purezza. Ottimi anche i suoi Chardonnay.

vincitrice di diversi premi con il suo Chardonnay che ha messo a tappeto i rinomati Chablis francesi.

Sara Furlanetto

Sommelier presso l’Associazione Italiana Sommelier delegazione di Milano, ho fatto della passione per il vino una filosofia di vita. Sono espatriata dal Bel Paese per ampliare la mia conoscenza ed esportare il made in Italy. Ora vivo e lavoro come sommelier a Praga. Vi accompagnerò in un viaggio itinerante alla scoperta di vini autoctoni e alloctoni, instillando in voi la voglia di conoscere nuovi posti e approfondirne le tradizioni locali.

Similar Articles

Lascia un commento

Top