Trekking nella terra del fuoco

Camminando nella Terra del Fuoco: intervista al viaggiatore

Terra mistica, terra ostica, terra fredda, terra misteriosa, terra tanto impervia quanto affascinante, in due parole Terra del Fuoco (Tierra del Fuego in spagnolo).

“Tierra del Fuego, Terra del Fuoco. I fuochi erano quelli di un campo di indios fuegini. Secondo un’altra versione, Magellano vide solo fumo e la chiamò Tierra del Humo (Terra del fumo), ma Carlo V disse che non poteva esserci fumo senza fuoco, e cambiò il nome. I fuegini (gli antichi indios) sono scomparsi e tutti i fuochi si sono spenti. Soltanto le fiamme degli impianti petroliferi innalzano una nuvola nera nel cielo notturno”

Così descriveva la Terra del Fuoco lo scrittore Bruce Chatwin in uno dei suoi più famosi libri “In Patagonia”, noi Cosmopolite per raccontarvi questa parte remota del nostro pianeta, ci affidiamo a chi nella Terra del Fuoco, più precisamente a Ushuaia, ci vive… il nostro amico ed esperto di trekking e cammini in Terra del Fuoco: Guillermo Puliani, fondatore del blog sui trekking nella Terra del Fuocohttp://trekkingenushuaia.blogspot.it/.

Ecco la sua intervista, buona lettura!

Terra del Fuoco

Hola Guillermo, iniziamo subito con una domanda semplicissima… o quasi, chi è Guillermo?

Guillermo è un viaggiatore nell’anima, una persona a cui manca la terra sotto i piedi a stare nello stesso posto. Ricerco la felicità nella natura, nelle montagne, nei paesaggi, sopratutto nei paesaggi della Terra del Fuoco, l’incantevole regione in cui vivo, nella Patagonia Argentina ai confini con l’Antartide e circondata dalle fredde acque dei due oceani: l’Atlantico e il Pacifico.

Sono alla costante ricerca di nuove avventure, nuovi viaggi, nuovi luoghi da esplorare e nuove culture da conoscere. Mi considero un viaggiatore a 360 gradi, e allo stesso tempo anche una persona sensibile che considera gli altri viaggiatori e le persone che incontro durante i miei viaggi come un tesoro prezioso. Così come prezioso ritengo che sia il condividere le esperienze di noi viaggiatori, i consigli, i le emozioni che evocano i luoghi visitati e i ricordi che ci portiamo nel cuore… perché il viaggio è la migliore scuola di vita, e la vita è il nostro banco di scuola.

Camminare nella Terra del Fuoco

Come nasce il progetto del tuo blog di viaggi sulla Terra del Fuoco?

Il blog di viaggi “Caminando nella Terra del Fuoco” (blog in spagnolo) nacque per dar visibilità alla città di Ushuaia e in generale alla provincia della Terra del Fuoco, un posto remoto ai confini del mondo, ancora poco conosciuto.

Da viaggiatore e amante di trekking quale sono, con all’attivo oltre 50 viaggi in paesi diversi, ho notato che raramente si trovano informazioni sui percorsi di trekking o su luoghi alternativi, non turistici, nuovi luoghi e angoli nascosti in Patagonia. Ho deciso quindi di dare voce a questa terra misteriosa e remota, da qui è nato il blog “Caminando nella Terra del Fuoco“.

Il mio amore e la mia grande passione per la montagna si alimenta di viaggio in viaggio: veder le montagne, contemplarle, ascoltarle e soprattutto rispettarle sono l’essenza della mia vita e del mio modo di viaggiare. La montagna ci invita a riflettere, a spingerci oltre a metterci alla prova, ma anche a conoscere i nostri limiti, io la considero una vera e propria scuola di vita.

Cosa di affascina della città di Ushuaia?

La città di Ushuaia mi affascinò dal primo momento, dal momento in cui attraversai la “ruta 3”, (la strada di 3530 km che percorre tutta l’Argentina da Buenos Aires a Ushuaia) il panorama mi incantò a ogni chilometro lasciandomi senza parole e facendomi sentire più vivo.

Dei miei primi momenti a Ushuaia ricordo il centro, le sue valli, le sue vette e i suoi profumi, tanto da rimanerne stregato e col desiderio di voler approfondire di anno in anno la mia conoscenza del luogo.

I miei primi viaggi furono da bambino con la mia famiglia, che mi insegnò ad amare la natura e a vivere in sintonia con essa, e la natura in Argentina è veramente affascinante.

Col passare degli anni ho coltivato la passione per i viaggi, in compagnia di amici, di familiari ma anche da solo; ogni viaggio è a sé, ogni viaggio è magico e mi permette di scoprire e di scoprirmi.

Ushuaia Trekking

Qual è l’obiettivo del tuo blog di viaggi “Caminando per la Terra del Fuoco”?

Attraverso il mio blog di viaggi voglio far conoscere la provincia della Terra del Fuoco ai lettori, offrendo il punto di vista di una persona del luogo, con consigli e segreti. Nelle pagine del mio blog troverete infatti:

  • informazioni generali sulla Terra del Fuoco, un luogo remoto, poco conosciuto ma di una tale bellezza che merita di essere conosciuto meglio;
  • Consigli su come rispettare e apprezzare al meglio i luoghi in cui viviamo, tema portante ovviamente è la Terra del Fuoco, rispettandoli e preservandoli;
  • da ultimo, spero di farvi veramente sentire la voce della Terra del Fuoco attraverso gli occhi di chi l’ha veramente vissuta e non con gli occhi di un mero viaggiatore o turista.

Puoi condividere qualche consiglio a chi vuole intraprendere un viaggio nella Terra del Fuoco? Qual è la stagione ideale per visitare la Terra del Fuoco?

La miglior stagione per fare trekking nella Terra del Fuoco è sicuramente l’estate (che nell’emisfero australe si estende da novembre a marzo). In estate infatti l trekking nella Terra del Fuoco risultano più semplici, la neve si è sciolta quasi totalmente (ad eccezione dei ghiacciai) e i sentieri sono limpidi e percorribili con scarpe da trekking (senza l’ausilio di ramponi o attrezzatura da neve). Bisogna ovviamente avere le dovute precauzioni del caso quando si affrontano i trekking in montagna.

I trekking nella Terra del Fuoco sono però molto suggestivi anche in inverno, quando tutto il paesaggio è coperto da una coltre bianca e sembra di camminare in un Paradiso.

Una costante del meteo della Terra del Fuoco è il repentino cambiamento del tempo. In poche ore si può passare dal sole splendido a vento e pioggia, per poi ritrovarsi di nuovo al sole. In estate non troverete neve, ma le possibilità di acquazzoni improvvisi è molto alta e le raffiche di vento vi spazzano via. Prima di partire per qualsiasi trekking in Terra del Fuoco e in generale in montagna, oltre al meteo, è bene studiarsi bene l’itinerario e assicurarsi di avere tutta l’attrezzatura e l’abbigliamento adeguato. Non devono mai mancare giacca antivento e antipioggia, guanti impermeabili e cappello in ogni stagione. E ancora scarpe da trekking impermeabili (GORE-TEX), copri zaino impermeabile, kit di primo soccorso e zuccheri o frutta secca per il cammino. Non dimenticate inoltre di avvisare la protezione civile (Defesa Civil in Terra del Fuoco) sui vostri spostamenti.

Trekking in Antartide Tierra del Fuego

Quale equipaggiamento bisogna avere per il trekking e quali itinerari di trekking nella Terra del Fuoco consigli?

E’ fondamentale attrezzarsi con abbigliamento tecnico da trekking, notificare il nostro percorso alla Protecciòn Civil Provincial de Tierra del Fuego (hanno anche la pagina Facebook)e soprattutto informarsi in anticipo sulla zona che si decide di esplorare. Mappe, informazioni sulla gente del posto, informazioni di chi ha già visitato le zone sono fondamentali.

I trekking nella Terra del Fuoco sono tutti talmente belli e affascinanti che è difficile consigliarne uno. Ho fatto però una lista dei 5 migliori trekking da fare che potete consultare qui https://trekkingenushuaia.blogspot.com.ar/2018/03/5-senderos-en-ushuaia-tierra-del-fuego.html 

Parlando in generale di viaggi. Quali sono secondo te le caratteristiche di un viaggiatore?

Beh, ce ne sono molte. La caratteristica comune che abbiamo è la curiosità per i luoghi remoti e sconosciuti, lo stupore che caratterizza le nuove scoperte di ogni viaggio. Tutto questo ci fa sentire vivi e diversi. Ci fa crescere “tutti i viaggiatori apprendono gli uni dagli altri, nessuno nasce con una conoscenza innata, tutto si scopre viaggiando, e a volte si scoprono cose nuove anche nei luoghi che conosciamo a menadito”

Chi è per te un Cosmopolita?

Direi che io sono un perfetto Cosmopolita :-).

Cosmopolita è colui che apprende dagli altri, che non nasce con una conoscenza innata, ma che scopre luoghi, persone e culture viaggiando. Colui che si lascia stupire e che si scopre, colui che impara a guardare il mondo attraverso le esperienze vissute viaggiando.

Foto di Guillermo Puliani – https://www.facebook.com/trekkingenushuaia/

Laura Ronchi
Avete detto viaggio? Eccomi. Sognatrice e sempre pronta a scoprire il mondo, se poi si tratta di viaggi avventura ancora meglio. Account digital di professione, sportiva di natura, designer di gioielli per vocazione... tra un viaggio e l'altro... penso alla prossima meta! Le Cosmopolite è un magazine online nato insieme alla mia compare Roberta per condividere col mondo i nostri viaggi, i consigli, e i trucchi per conoscere e scoprire il fantastico "cosmo" in cui viviamo. Tra gli articoli troverete suggerimenti e idee sulla vostra prossima meta o semplicemente suggestioni per spronarvi a partire se ancora non l'avete fatto.

Similar Articles

One thought on “Camminando nella Terra del Fuoco: intervista al viaggiatore

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Top