sentiero del Ponale

Sentiero del Ponale: il più bel trekking sul Lago di Garda è in Trentino

Il sentiero del Ponale è uno dei più suggestivi percorsi di trekking sul Lago di Garda, in Trenito. Collega l’incantevole città di Riva del Garda alla Valle di Ledro. Il sentiero, adatto sia agli escursionisti, che alle mountain bike, offre ad ogni passo una vista mozzafiato del Beneco e delle sue montagne!

Sentiero del Ponale

La strada del Ponale è un antico percorso che costeggia le pareti rocciose del Monte Rocchetta. Vi porterà alla scoperta di gallerie scavate nella roccia, antiche postazioni di guerra e cascate, il tutto con un panorama da far girare la testa!

Ponale

Percorso a piedi

Il Sentiero del Ponale è un percorso a piedi che inizia nel centro storico di Riva del Garda. In particolare dovrete seguire il lungolago Gabriele d’Annunzio, passare davanti all’imponente centrale idroelettrica e raggiungere la galleria autostradale sulla Gardesana. L’inizio del sentiero del Ponale si trova a destra della galleria. Il segnavia che dovrete segure è il D01, Via del Ponale, Ledro. Il tempo di percorrenza è di circa 2 ore e mezza (per la sola andata) per raggiungere la cascata del Ponale. A quel punto la strada diventa asfaltata e potrete decidere se proseguire verso la Valle di Ledro (altri 7km circa) o il paese di Pregasina, con la sua bella terrazza panoramica e la statua della Regina Mundi (altri 2 Km circa). Il rientro avviene ripercorrendo la stessa strada fino a Riva del Garda. Se invece arrivate a Molina di Ledro potrete -volendo – tornare con i mezzi pubblici a Riva del Garda.

Pregasina Madonna

Il tragitto fino a Pregasina e ritorno è all’incirca di 14Km in costante salita, anche se non eccessivamente ripido (pendenza del 5% ca.). Potrei definirlo medio-facile, ma tenete presente che è segnato come trekking EE. Dalla strada principale che vi ho appena descritto si snodano diversi altri sentieri e ferrate, che aumentano in difficoltà, ma che richiedono anche calzature e attrezzatura adatte.

Il dislivello totale è di 600 metri ca.

Se decidete di percorrere il Sentiero del Ponale controllate le aperture sul sito dedicato, perché la strada non è sempre percorribile, soprattuto nel periodo invernale.

Ponale cosa vedere

A parte il fantasmagorico panorama che vi si parerà davanti, il Sentiero del Ponale vi riserverà diversi punti di interesse, di cui potrete sicuramente godere più a piedi che non in biciletta:

  • Il Belvedere degli Innamorati

Il Belvedere degli innamorati Ponale

  • La Tagliata del Ponale

    La Tagliata del Ponale è un un’opera difensiva austriaca (la zona faceva parte dell’Impero Austro-Ungarico) a prova di bomba. Il forte corazzato è scavato interamente nella roccia e venne costruito durante la Prima Guerra Mondiale, tra il 1904 e il 1918. Aveva come funzione il controllo della strada del Ponale, del Lago di Garda e dell’acquedotto dello Sperone che riforniva Riva. Si tratta della “più ardita opera di architettura militare di tutta la linea di resistenza del settore Austroungarico“: il complesso è distribuito su cinque livelli e per uno sviluppo in roccia di circa un chilometro, fino a raggiungere il livello del Lago. E’ collegato a postazioni d’artiglieria, ricoveri, vedette, che si diramano dalle ultime tre gallerie del Ponale, scendendo verso Riva. Il dedalo di gallerie e cuniculi de La Tagliata non sono purtroppo visitabili.

  • Forte Teodosio

    Il Forte Teodosio è una batteria per artiglieria all’aperto costruita nel 1860.

  • Il Ristorante Belvedere

    La licenza per il Ristorante Belvedere fu rilasciata il 9 marzo 1900 a Toniatti Giuseppe di Bortolo. La strada all’epoca era molto trafficata e il Bertolo scelse di aprire il suo punto di ristoro in un luogo panoramico, proprio di fronte a due cascate, amate e temute dai suoi ospiti. Il Toniatti, da bravo imprenditore, realizzò successivamente una stradina discendente fino ad uno spuntone di roccia da dove si poteva godere la più bella vista del Lago di Garda e delle cascate e qui vi costruì anche un belvedere. L’accesso era possibile al costo di 20 centesimi.

Ristorante Belvedere Ponale

  • Cascata del Ponale

    E’ possibile raggiungere la base della cascata del Ponale grazie ad un sentiero non segnalato che si trova vicino al Ristorante Belvedere.

  • Curvone della fonte dello Sperone

    L’acquedotto delle Sperone fu costruito e messo in funzione nel 1877. La fonte ora non è più collegata all’acquedotto rivano: con la costruzione del tunnel per la Val di Ledro alla fine degli anni ’80 si è definitivamente compromessa la falda, anche se a periodi la galleria dell’acquedotto è invasa dall’acqua della fonte.

Stai organizzando un weekend al Lago di Garda? Scopri tutti i luoghi da non perdere assolutamente, tra itinerari culturali, escursioni e giardini botanici!

Sentiero del Ponale storia

Già nel 1192 si parla del Porto del Ponale, come fondamentale luogo di collegamento tra il Lago di Garda e la Valle di Ledro.

Nel 1851, gli sforzi dell’imprenditore Giacomo Cis si concretizzano con l’apertura della strada del Ponale che, con i suoi 33 Km, avrebbe tolto la valle di Ledro da un secolare isolamento.

Alla fine dell’800 la strada inizia ad essere percorsa anche da auto private e autobus. Sempre alla fine del 1800 la cascata del Ponale, con il suo salto di 60 mt, diventa fonte di energia per la nuova centrale idroelettrica “Riva”, che però verrà minata e resa inutilizzabile durante la Prima Guerra Mondiale.

Verso il 1981 si pensò di collegare la Valle di Ledro alla zona del Basso Sarca con una galleria che entra in funzione nel 1989.

Nel 2004, dopo un periodo di abbandono e degrado, la Strada del Ponale viene messa in sicurezza e riaperta al pubblico come Sentiero di trekking e bike trekking, riscuotendo un successo internazionale.

Strada del Ponale organizzare il viaggio

Sentiero del Ponale dove parcheggiare

Per raggiungere il Sentiero del Ponale potete parcheggiare in uno dei tanti parcheggi nel centro di Riva del Garda e poi dirigervi, percorrendo il lungolago in direzione Limone, fino all’imbocco del sentiero.

Sentiero del Ponale dove mangiare

Una volta giunti alla cascata del Ponale troverete il Ristorante Belvedere, che vi accoglierà nelle sue fantastiche terrazze panoramiche per mangiare qualcosa, ma soprattutto bere qualcosa! Tenete, infatti, presente che durante il percorso non incontrerete nemmeno una fontanella e la calura estiva non perdona!

Sentiero del Ponale dove dormire

Dove dormire per visitare il sentiero del Ponale? Il Lago di Garda è meta di un turismo internazionale, scelta da persone comuni, influencer e celebrities di tutto il mondo.
La sola Riva del Garda offre più di 360 strutture ricettive adatte a tutte le tasche, da B&B a hotel di lusso. Nei mesi primaverili ed estivi c’è una grande affluenza di turisti, vi suggerisco di  prenotare in tempo. 😉

Trekking Lago di Garda

Consigli di viaggio

  • Iniziate il percorso di buon mattino o nel primo pomeriggio. Meglio evitare le ore più calde nel periodo estivo.
  • Portate con voi delle borracce d’acqua, perché durante il tragitto non ci sono fontanelle e l’unico punto di ristoro è il Ristorante Belvedere. Se sapete di cadere in preda alla fame, portatevi anche qualcosa da mangiare.
  • D’estate, fino al primo pomeriggio, il percorso è interamente esposto al sole. Portate con voi un cappello!
  • Indossate calzature da trekking. Le scarpe da ginnastica possono funzionare se non vi allontanerete dal sentiero principale.
  • I cani possono essere portati sul sentiro purchè tenuti a guinzaglio corto.
  • Se amate la fotografia un selfie stick e un selfie drone vi daranno la possibilità di fare foto e video indimenticabili!

strada del ponale

Roberta Ferrazzi
Ciao! Sono Roberta, benvenuta nel mio Travel Blog! Le Cosmopolite è un blog dedicato alle donne viaggiatrici come me 😀 (ma anche i maschietti potranno trovare tanti suggerimenti! 😉 ). Sono una consulente di comunicazione online e off line (Shake your S communication), una blogger e content creator con base tra Milano e il Lago di Garda e la valigia sempre in mano. Amo il design, l’arte, la moda, la musica e il ballo (il tango in particolare), il buon cibo e le grandi tazze di caffè. Viaggio spesso in solitaria alla scoperta di nuove culture o alla ricerca di un po’ di relax. Per qualsiasi domanda in merito ai miei articoli o per collaborare con me, contattami!
http://www.shakeyour-s.com

Similar Articles

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Top