Frida Kahlo. Oltre il Mito

Frida Kahlo: oltre il mito. La mostra al Mudec di Milano

Frida. Oltre il mito è il titolo che il Mudec di Milano ha dedicato alla retrospettiva dell’artista messicana Frida Kahlo in mostra fino al 3 giugno.

Artista anticonvenzionale e rivoluzionaria, donna forte e fragile allo stesso tempo, donna tormentata dal dolore, donna che rincorre un amore, donna in cerca di affetto e di riscatto, in due parole Frida Kahlo. Coi suoi quadri dalle tinte forti, figli di un Messico moderno e di un profondo dolore fisico e non solo, la retrospettiva di Frida Kahlo mette in mostra oltre 200 opere che spaziano tra dipinti, disegni, fotografie, originali lettere dell’artista alla famiglia e filmati.

Sviluppata intorno a quattro tematiche principali: donna, terra, politica e dolore, la mostra di Frida Kahlo offre una panoramica sulla tormentata vita dell’artista, ripercorrendo quadro dopo quadro il percorso artistico di Frida, ma più ancora la sua vita privata. Frida, oltre il mito può essere infatti definita come un viaggio nella vita dell’artista messicana, un viaggio che parte dalle sue opere e che va ben oltre.

La visita della mostra di Frida Kahlo parte dalla prima sala che proietta un filmato introduttivo sulla vita dell’artista e si snoda in quattro sale per ripercorrere la breve (Frida muore a soli 47 anni), ma intensa carriera artistica di Frida Kahlo

Frida Kahlo Mudec Milano

Tema portante in tutte le sue opere è il dolore, originato da quel primo incidente (all’uscita di scuola l’autobus su cui viaggiava l’allor diciottenne Frida si schiantò rovinosamente con un tram) che ebbe conseguenze gravissime che sottoposero Frida a numerosi interventi chirurgici non sempre ben riusciti. Questo dolore e la solitudine si possono quasi toccare con mano nelle opere dell’artista che in più occasioni ritrae se stessa sul letto dell’ospedale, ferita, costretta in rigidi bustini per mantenere la postura compromessa da una spina dorsale rotta in tre punti. Frida Kahlo vive una vita tormentata, che non ha scelto, e che le ha permesso di conoscere la felicità solo in rare occasioni.

Dolore e sofferenza, ma anche amore e affetto per Frida. L’amore per il marito Diego Rivera, affermato artista messicano con cui Frida condivise gioie, dolori e tradimenti e affetto per la famiglia, per i nipotini soprattutto (le lettere che Frida scriveva loro sono a tratti commoventi). Tantissime sfumature compongono le opere di Frida, l’artista non ha paura a mostrarsi con tutta la sua forza e in tutta la sua debolezza.

Nel percorso della mostra, alcune delle opere inedite provengono anche dalla Casa Azul (la residenza dell’artista e di Diego Rivera a Coyoacàn a Città del Messico), mi ha particolarmente colpita il cortometraggio su alcuni momenti della vita coniugale di Frida e Diego perché accompagnato dalle note di Brunori SAS con la sua Diego e Io. La musica si sa ha sempre il grande potere di amplificare le emozioni.

FRIDA KAHLO IN MOSTRA MILANO AL MUDEC

Frida. Oltre il Mito è curata da Diego Sileo e propone numerose opere inedite provenienti dal Museo Dolores Olmedo di Città del Messico e dalla Iacques and Natasha Gelman Collection, le due più importanti e ampie collezioni delle opere di Frida Kahlo al mondo, con la partecipazione di altri autorevoli musei che hanno prestato per l’occasione opere fino ad ora inedite nel nostro paese.

Frida Oltre il mito

La mostra di Frida Kahlo è aperta fino al 3 giugno 2018 e finora è stato un successo con grande affluenza di pubblico. Durante il weekend la mostra è ancora pressoché inaccessibile, le code sono lunghe, a meno che non acquistiate il biglietto online con grande anticipo. Il mio consiglio spassionato da Cosmopolita è quello di visitarla, se potete, la sera (a tal proposito vi ricordo che ogni giovedì il Mudec è aperto fino alle 22.00!).

Premesso ciò non mi resta che auguravi una buona visione.

Laura Ronchi
Avete detto viaggio? Eccomi. Sognatrice e sempre pronta a scoprire il mondo, se poi si tratta di viaggi avventura ancora meglio. Account digital di professione, sportiva di natura, designer di gioielli per vocazione... tra un viaggio e l'altro... penso alla prossima meta! Le Cosmopolite è un magazine online nato insieme alla mia compare Roberta per condividere col mondo i nostri viaggi, i consigli, e i trucchi per conoscere e scoprire il fantastico "cosmo" in cui viviamo. Tra gli articoli troverete suggerimenti e idee sulla vostra prossima meta o semplicemente suggestioni per spronarvi a partire se ancora non l'avete fatto.

Similar Articles

Lascia un commento

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Top