leonardo da vinci

Leonardo da Vinci: le opere e mostre a Milano per “Leonardo 500”

Leonardo da Vinci è sicuramente uno degli artisti ed inventori più amati di tutti i tempi. Quest’anno ricorre l’anniversario dei 500 anni dalla morte di Leonardo e Milano, città in cui Leonardo da Vinci ha soggiornato più a lungo, dedica al Maestro un intero anno di mostre ed eventi denominato “Leonardo 500”.

Leonardo da Vinci

Quella di Leonardo Da Vinci è sicuramente una figura che intriga ed incuriosisce. Diventato ormai leggenda in tutto il mondo, Leonardo ha catturato anche la mia attenzione e ho approfittato della celebrazione Leonardo 500 a Milano per approfondire la mia conoscenza delle attività e degli studi condotti da Leonardo. Durante questo tour sulle orme di Leonardo ho anche scoperto dei luoghi di Milano che non avevo mai visitato e che ho trovato meravigliosi.

Tour sulle orme di Leonardo da Vinci

In questo articolo vi propongo il mio itinerario a piedi a Milano dedicato a Leonardo Da Vinci! Ecco le tappe:

Milano Card

Se deciderete di seguire tutto l’itinerario, vi consiglio di acquistare online una Milano Card, la tessera turistica ufficiale di Milano disponibile per 24, 48 e 72 ore, in quanto tutti i luoghi che ho visitato vi sono compresi. Io ho suddiviso il tour su 3 giorni, ma potreste tranquillamente farlo anche in un weekend. La card comprende un accesso illimitato ai mezzi di trasporto pubblici di Milano, un autista personale Uber per una corsa, accesso alle attrazioni di punta di Milano e una gamma molto interessante di sconti per musei, tour, ristoranti, hotel, negozi, attività e molto altro ancora. 😉


Ma prima di iniziare qualche cenno storico!

Leonardo da Vinci biografia

Leonardo da Vinci nasce a Anchiano il 15 Aprile 1452 e muore il 2 Maggio 1519 ad Amboise, nella Valle della Loira, dove Francesco I gli mise a disposizione il Maniero di Clos Lucé, oggi un museo dedicato al genio di Leonardo. Ad Amboise si trova anche la tomba di Leonardo.
Leonardo da Vinci è considerato uno dei più grandi geni dell’umanità e simbolo del Rinascimento. Nei suoi 67 anni di vita Leonardo spaziò nei più disparati campi dell’arte e della conoscenza. Fu architetto, artista, scultore, disegnatore, ritrattista, scenografo, anatomista, musicista, progettista e non ultimo, inventore.

Leonardo da Vinci Firenze

Leonardo si formò presso la bottega di Andrea del Verrocchio, considerata all’epoca una delle più importanti di Firenze. Allievi del Verrocchio furono anche Sandro Botticelli, Perugino, Domenico Ghirlandaio e Lorenzo di Credi.

Leonardo da Vinci Milano

Leonardo da Vinci fu inviato da Lorenzo il Magnifico alla corte di Ludovico Maria Sforza detto il Moro a Milano. E’ proprio in questa città che Leonardo trascorrerà gli anni più fecondi della sua carriera. Dal 1482 al 1499 Leonardo dipingerà alcune delle sue opere più note, come il Cenacolo, la Vergine delle Rocce, il Ritratto di Musico, la Dama con l’ermellino, la Belle Ferroniere, la Madonna Litta, e inizierà la Gioconda. Parallelamente progettava e realizzava opere di ingegneria idraulica che ancora dopo cinque secoli sono in uso, come le Porte Vinciane installate per la prima volta nel 1496 alla Conca dell’Incoronata di Milano.

Fatto questo brevissimo, ma doveroso preambolo, partiamo per il tour sulle tracce di Leonardo a Milano!

Stai organizzando il tuo weekend a Milano? Guarda tutti gli articoli dedicati alla città per scoprire cosa fare a Milano tra cultura, shopping e divertimento!

 

Leonardo da Vinci: itinerario a Milano

Cenacolo – L’Utima Cena

1. La prima tappa del mio tour è – ovviamente – il Cenacolo Vinciano nel Convento Domenicano di Santa Maria delle Grazie, patrimonio UNESCO dal 1980. L’Ultima Cena decora il muro del refettorio del convento. L’opera fu commissionata a Leonardo da Ludovico Sforza, Duca di Milano, come parte di un piano per la ristrutturazione del monastero e della chiesa di Santa Maria delle Grazie, che egli fece edificare fra il 1492 e il 1493 come mausoleo per la propria famiglia.

L’Ultima Cena di Leonardo si contraddistingue per un sapiente uso della prospettiva, tecnica sviluppata a Firenze.

Se desiderate visitare il Cenacolo vi consiglio di muovervi per tempo, acquistando online i biglietti d’ingresso. Non è infatti possibile acquistarli in loco e la disponibilità giornaliera si esaurisce velocemente.

View this post on Instagram

“Learning never exhausts the mind” – Leonardo da Vinci *** As I told you in my previous post I’m having a tour of exhibitions link to Leonardo Da Vinci. The year 2019 marks the 500th anniversary of Leonardo da Vinci’s death and the city of Milan dedicates to him many events and exhibits during this year. 😊 . The first step of my time travel in Leonardo’s life is the visit to one of his most famous masterpiece, The Last Supper. 😍😍😍 The artwork decorates the wall of the refectory at Santa Maria delle Grazie (15 minutes walking from Piazza del Duomo). The Last Supper was commissioned from Leonardo by Ludovico Sforza, who was then Duke of Milan, as part of a plan to refurbish the monastery and church of Santa Maria delle Grazie. This project was of great importance for Ludovico Sforza, because it was in this church that the Duke planned to install his own tomb. . With the Last Supper, Leonardo created a remarkable example of perspective, a technique that had been developed in Florence. This opened up the end wall of the Refectory, creating an illusion of a spacious room with a coffered ceiling.👨‍🎨🎨 . . ✔️ TIPS: If you are planning a visit to Milan and you like to see the Last Supper, remember to book the ticket online at least 2 weeks or more before your visit. It is not possible to buy tickets at the refectory and it is one of the most popular highlights of the city. 😎 . . . Find more about what to see in Milan on my blog (link in bio). 😘👆🏻 . . . . . #LeCosmopoliteViaggi #leonardodavinci  #milano #milan#inombardia #thelastsupper #art #arts #discoveritaly#travelwithaninsider #whatitalyis#italia_dev #travelart #culturaltrip #culturaltourism #tesori_italiani #italianart #europe_treasures #peinture #italien #top_italia_photo#amazingplace #beautifuldestination #mytravel#italytrip #italia365 #italytravel #beautifulmatters#girlslovetravel #ilikeitaly

A post shared by Roberta Ferrazzi (@lecosmopoliteviaggi) on

Pinacoteca e Biblioteca Ambrosiana

2. La Pinacoteca Ambrosiana è uno dei luoghi da non perdere durante la celebrazione Leonardo 500, perché la Biblioteca Ambrosiana custodisce il famoso Codice Atlantico di Leonardo da Vinci e il Ritratto di Musico.

La Pinacoteca Ambrosiana è a soli 5 minuti a piedi da Piazza del Duomo ed è una delle più antiche istituzioni culturali di Milano. Fu fondato nel 1618 dal cardinale Federico Borromeo. Oggi la Pinacoteca Ambrosiana ospita una collezione permanente di pregevoli dipinti, sculture, incisioni e disegni donati dallo stesso Borromeo. Oltre al Codice Atlantico e alle opere di Leonardo, si possono vedere opere come l’Adorazione dei Magi di Tiziano, la Madonna del Padiglione di Botticelli, il bozzetto preliminare per la Scuola di Atene di Raffaello, la Canestra di frutta di Caravaggio, il San Giovanni Battista di Gian Giacomo Caprotti detto Salai, discepolo di Leonardo, e dipinti di Tiepolo e Francesco Hayez.
La Pinacoteca Ambrosia merita una visita anche perché l’edificio che ospita il museo e la biblioteca è magnifico, un’opera d’arte in sé! Potete acquistare online i biglietti d’ingresso a questo link.



Booking.com

Cripta di San Sepolcro

3. Un’altra tappa del mio tour di Leonardo Da Vinci a Milano è la Crispta di San Sepolcro, una delle più antiche chiese della città. Fu costruita nel 1030 nella zona del Foro Romano e lo stesso Leonardo la definì il “vero centro” di Milano. ️


Fino al 30 Giugno, visitando la Cripta di San Sepolcro, si può prendere parte all’experience “Leonardo & Warhol. The genius experience“, una mostra immersiva che culmina nella visione dell’opera The Last Supper di Andy Warhol (1986). I biglietti d’ingresso sono acquistabili online al link.


Anche la Chiesa di San Sepolcro merita una visita, interessante in particolare mostra alcune impressionanti sculture in terracotta.

Leonardo da Vinci Parade

4. La mostra Leonardo Da Vinci Parade al Museo Nazionale Scienza e Tecnologia “Leonardo da Vinci”, espone la collezione dei modelli di Leonardo del Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia, considerata la più importante al mondo nel suo genere. I modelli vennero realizzati nel 1952, in occasione delle celebrazioni per il cinquecentenario della nascita di Leonardo da Vinci, grazie allo studio e all’interpretazione dei manoscritti leonardeschi da parte di un comitato di studiosi. La collezione è ora composta da oltre 130 modelli ed attraversa i diversi campi di interesse e studio di Leonardo sul tema dell’ingegneria e della tecnica, dal volo alla nautica, dalle macchine da cantiere agli studi sull’attrito, dagli strumenti di misura alle artiglierie militari, dalle soluzioni per muoversi sott’acqua ai modelli per dimostrare l’impossibilità del moto perpetuo. Sono inoltre esposti alcuni modelli di architetture militari e civili realizzati in gesso e terracotta, restaurati negli ultimi anni e da tempo non visibili. Il biglietto d’ingresso da accesso a tutte le mostre del museo.

Leonardo 3 Museum

5. Leonardo 3 Museum racconta il mondo di Leonardo con oltre 200 ricostruzioni 3D interattive delle sue macchine e con restauri dei suoi dipinti. Avrete occasione di vedere, tra le altre, il Sottomarino meccanico, la Macchina del tempo, la Libellula meccanica, la Macchina volante di Milano, il restauro digitale dell’Ultima Cena, i codici di Leonardo e la ricostruzione del Monumento Sforza.


La mostra è accolta in una location d’eccezione: gli spazi di Galleria Vittorio Emanuele II, di cui potrete godere di una emozionante vista dall’alto.

La vigna di Leonardo – Casa degli Atellani

6. Niente opere d’arte di Leonardo in questa tappa, ma uno spaccato della sua vita Milanese. La vigna di Leonardo da Vinci era un vigneto che Ludovico il Moro donò a Leonardo, mentre egli stava lavorando all’Ultima Cena nella vicina Chiesa di Santa Maria delle Grazie. Casa degli Atellani è un bellissimo palazzo cinquecentesco, ora divenuto in parte casa museo, la cui architettura è stata pesantemente rivista nel 1922 dal famoso architetto milanese Piero Portaluppi. Leonardo teneva molto al suo vigneto, tanto da barattarlo con Carlo II d’Amboise, per riaverlo dopo la confisca avvenuta a seguito dell’invasione francese di Milano. Non mancò di inserirlo nei lasciti del suo testamento, dividendo la proprietà tra il Salai e il suo servitore Giovanbattista Villani.

La Vigna di Leonardo ha preso vita in occasione dell’Expo 2015. Ho avuto la fortuna di frequentare spesso la casa ed il suo magnifico giardino neobarocco proprio mentre la vigna tornava a vivere. Attraverso analisi del DNA dei resti delle radici rinvenute in fase di scavo è stato eseguito un reimpianto filologico della vigna in collaborazione con l’Università degli studi di Milano.

Potete acquistare online i biglietti salta fila per la visita a Casa degli Atellani e la Vigna di Leonardo a questo link.

Chiusa della ‘Conchetta’

7. Leonardo Da Vinci ha inventato un sistema di dighe che si può ancora ammirare nella suggestiva area dei Navigli di Milano. La famosa chiusa della ‘Conchetta’, con le sue porte vinciane, è raggiungibile anche a piedi, ma il mio consiglio – se la giornata è bella – è di fare una mini gita in barca alla scoperta dell’Alzaia Naviglio Grande, della Darsena e della’Alzaia Pavese. Scegliete l’Itinerario delle Conche, che vi porterà fino alla chiusa. Poi fermatevi lungo il Naviglio per un aperitivo 😉

Giunta alla fine di questo tour mi è chiara una cosa, Leonardo era veramente un genio e molti dei sui studi e delle sue opere hanno di fatto finito per influenzare la vita moderna. Il poter vedere i modelli delle sue macchine aiuta a comprendere meglio i suo lavoro. La sua tecnica pittorica mi ha conquistata. I suoi scritti incantata. I luoghi che vi ho proposto in questo tour sono iconici della città e vi lasceranno spesso senza parole. Milano è così, per conoscerla bisogna entrare nelle sue corti, visitare le sue case. La sua bellezza è riservata, mai urlata. Milano va scoperta. Con questo itinerario avrete la possibilità di approfondire la conoscenza di Leonardo da Vinci e vivere la città come un locale.

Nei prossimi mesi verranno inaugurate nuove mostre dedicate a Leonardo da Vinci. Non mancherò di segnalarvi quelle che mi sono piaciute di più 😉

 

Roberta Ferrazzi
Ciao! Sono Roberta, benvenuta nel mio Travel Blog! Le Cosmopolite è un blog dedicato alle donne viaggiatrici come me 😀 (ma anche i maschietti potranno trovare tanti suggerimenti! 😉 ). Sono una consulente di comunicazione online e off line (Shake your S communication), una blogger e content creator con base tra Milano e il Lago di Garda e la valigia sempre in mano. Amo il design, l’arte, la moda, la musica e il ballo (il tango in particolare), il buon cibo e le grandi tazze di caffè. Viaggio spesso in solitaria alla scoperta di nuove culture o alla ricerca di un po’ di relax. Per qualsiasi domanda in merito ai miei articoli o per collaborare con me, contattami!
http://www.shakeyour-s.com

Similar Articles

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Top