fbpx

Castellaro Lagusello: visita del borgo dei giardini segreti e del lago a cuore

Castellaro Lagusello cosa vedere in un giorno

Castellaro Lagusello è un incantevole borgo a pochi chilometri dal Lago di Garda, in provincia di Mantova. Località Bandiera Arancione del Touring Club Italiano, annoverata tra I Borghi più belli d’Italia e Patrimonio UNESCO, questa cittadella fortificata con i suoi giardini segreti ed un romantico laghetto a forma di cuore , è sicuramente una meta da non perdere per chi ama la natura, la cultura, il buon cibo e quel certo non so che tipicamente italiano.

Castellaro Lagusello

Gli amici di Touring Club Italiano mi hanno portato alla scoperta di Castellaro Lagusello, un antico borgo, frazione del comune di Monzambano, che si è meritato il marchio di qualità turistico-ambientale “Bandiere Arancioni“. Riconoscimento che viene assegnato a borghi dell’entroterra con meno di 15.000 abitanti, che rappresentano un’eccellenza per il loro patrimonio artistico – culturale ed enogastronomico, la sostenibilità ambientale, la tutela del territorio e la qualità dell’accoglienza turistica.

In particolare tra le cose da fare e vedere assolutamente a Castellaro Lagusello possiamo annoverare:

  • La Torre dell’Orologio
  • Chiesa di San Nicola di Bari
  • La vecchia dimora dell’Ortolano
  • Villa Arrighi – Tacoli e la Chiesa di San Giuseppe
  • Il laghetto a forma di cuore
  • La riserva naturale in bicicletta o a piedi
  • Il gioco del tamburello
  • Degustazioni enogastronomiche di prodotti tipici
Castellaro Lagusello giardino

Il territorio

Le colline moreniche

Castellaro Lagusello si trova sulle Colline Moreniche del Garda, ossia quell’area geografica formatasi all’epoca delle due ultime glaciazioni, che si estende tra la sponda meridionale del Lago di Garda e la pianura mantovana, chiusa tra il fiume Mincio ad est ed il fiume Chiese ad ovest. Le colline che contraddistinguono questo territorio non sono altro che i depositi formati da il ghiacciaio che all’epoca si trovava al posto dell’odierno Lago di Garda.

La riserva naturale

Nel 1984 venne istituita la riserva naturale Complesso morenico di Castellaro Lagusello, un’area naturale protetta della regione Lombardia, facente parte del Parco regionale del Mincio, che interessa la valle del fiume Mincio, dal Lago di Garda alla confluenza nel Po.

Castella Lagusello veduta

Sito palafitticolo Fondo Tacoli Patrimonio UNESCO

Nel 2011 un’altro importante tassello si aggiunge alla storia di Castellaro Lagusello: il sito palafitticolo Fondo Tacoli, area sulle sponde occidentale del laghetto, anch’esso inserito nella Riserva Naturale, diventa Patrimonio dell’Umanità dell’UNESCO, nell’ambito del sito seriale transnazionale Siti palafitticoli preistorici attorno alle Alpi.

La storia

Come avrete già potuto capire il territorio di Castellaro Lagusello risulta abitato sin dall’Età del bronzo. Nel 1145 in un documento di Papa Eugenio viene citata per la prima volta la “plebem de Castellaro”. La costruzione del borgo fortificato pare risalire all’XI- XII secolo. Nel 1391, Gian Galeazzo Visconti, signore di Milano e di Verona, cede il fortilizio a Francesco Gonzaga per 60.000 ducati, a cui lo lascia per un solo anno. Ripresone il controllo lo tiene fino al 1405. Castellaro diventa di nuovo territorio dei Gonzaga e resta in loro possesso sino al 1441, momento in cui passa sotto il controllo della Repubblica Veneta.
Nel 1637 la Serenissima mette all’asta la piccola fortezza ormai priva di qualsiasi funzione difensiva. I conti Arrighi acquistano Castellaro e il suo lago per 545 ducati. La proprietà viene poi abitata dai marchesi Tacoli, ai quali la Serenissima cedette anche i diritti di pesca nel lago vicino.

Villa Arrighi a Castellaro Lagusello

Arriviamo così al 1815, quando Castellaro entra a far parte del Regno del Lombardo-Veneto.

Castellaro Lagusello cosa vedere

Già dalla descrizione del territorio e dalla sua storia si può ben capire come mai il romantico villaggio di Castellaro Lagusello abbia meritato tra le altre, anche il marchio bandiera arancione del Touring Club Italiano!

Veniamo ora a noi ed al nostro itinerario nel centro storico del borgo. 🙂

Castellaro, raccolto sulla sommità di una collina all’interno delle antiche mura guelfe, è un vero incanto. Vi si accede attraversando una maestosa porta d’ingresso un tempo dotata di un ponte levatoio.

Castellaro Lagusello Torre dell'Orologio

La struttura del borgo rimane quella della corte medievale, con mura merlate che circondano le case dei contadini con i loro orti, e la curtis alta e la residenza gentilizia al posto del presidio militare.

Il borgo si caratterizza per i graziosi vicoletti pavimentati in pietra di fiume, su cui affacciano case costruite con sassi a vista, che nascondono nei loro cortili rigogliosi giardini segreti. E niente, ve lo dico, qui un casto “voyerismo” da maniaci del giardinaggio è d’obbligo! 😉

Una volta varcate le mura di Castellaro Lagusello dovrete vedere assolutamente:

La Torre dell’Orologio

La Torre Campanaria o dell’Orologio, che troverete all’ingresso del borgo e dalla cui sommità potrete godere della vista di tutto il territorio circostante e non ultimo del famoso laghetto morenico a forma di cuore!

Chiesa di San Nicola di Bari

Continuando lungo la via principale del borgo vi imbatterete nella Chiesa barocca dedicata a San Nicola da Bari in cui è custodita una Madonna in legno del Quattrocento.

Villa Arrighi – Tacoli

Villa Arrighi – Tacoli affaccia sulla piazza alla fine del borgo ed è la trasformazione del preesistente castello medioevale ed incorpora la chiesetta gentilizia di San Giuseppe (1737) che conserva alcuni dipinti del Seicento.

Villa Arrighi Tacoli Castellaro Lagusello

Villa Arrighi – Tacoli si caratterizza per il magnifico giardino e per il fatto che conserva al suo interno l’unico tratto di camminamento lungo le mura ancora esistente.

Una passeggiata da cui si gode di una fantastica vista sul laghetto a forma di cuore e sulla campagna circostante.

Non vi nascondo che entrare in questo giardino è come entrare in una neverland fatta di piante esotiche, profumi seducenti, colori pieni e decisi tipici della natura in estate, e un’eco di storia antica, di nobili signore e signori che nel silenzio guardano le loro terre dalle mura della loro dimora. Per visitare il giardino della villa dovrete chiedere alla signora Vanda al civico 66.

L’antica dimora dell’ortolano

Di fronte alla Villa sono situate le due case più antiche del borgo, risalenti al Duecento, tra cui l’antica dimora dell’Ortolano.

La riserva naturale e il lago a forma di cure in bicicletta

A Catellaro potrete ammirare il laghetto a forma di cuore non solo dalla Torre dell’orologio e durante la visita a Villa Arrighi – Tacoli, ma anche percorrendo i sentieri ciclabili che vi porteranno alla scoperta del Parco Naturale.

Il gioco del tamburello

Castellaro Lagusello ha una forte quanto antica tradizione del gioco del tamburello, che in zona è praticato a livello agonistico. C’è anche un campo dedicato a questo sport.

Castellaro Lagusello ristoranti

Castellaro Lagusello offre un’ottima offerta di ristoranti. in particolare vi segnalo La Colomba e la Trattoria la Pesa. Tra i piatti tipici locali ci sono senza dubbio i capunsèi, gustoso piatto della cucina povera mantovana, ed i tortelli di zucca. Tra i vini DOC tipici del territorio ci sono il Garda DOC e il Garda Colli Mantovani DOC.

Degustazioni e prodotti tipici

Se invece siete in vena di degustazioni enogastronomiche vi consiglio di fare un salto da Paolo all’Azienda Agricola Case Vecchie (c’è anche la lavanda! 🙂 ), da Elena all’Azienda agricola Corte Bettini, dove troverete anche prodotti naturali per la vostra beauty routine, e alla Cantina Gozzi, che in estate organizza sempre molti eventi.

Castellaro Lagusello hotel

Durante il mio soggiorno a Castellaro Lagusello ho pernottato a Le Quattro Stagioni B&B and Apartament, un B&B appena fuori la cinta muraria, dove potrete fare colazione con la tipica torta Sbrisolona di Antonella, la proprietaria, in un ampio giardino dotato anche di una vasca Jacuzzi e di un solarium.

Castellaro Lagusello eventi

Castellaro Lagusello proporne eventi di varia natura durante tutto l’anno, ma sicuramente non dovete perdere alla fine di Aprile la mostra mercato dedicata ai fiori “I Fiori di Castellaro“. Il borgo, già bellissimo, si trasforma in un suggestivo giardino a corti aperte dove potrete ammirare anche mostre fotografiche, esposizioni d’arte e partecipare a visite guidate. Una festa talmente bella, che emoziona anche in una giornata di pioggia 😉

 mostra mercato dedicata ai fiori "I Fiori di Castellaro Lagusello"
Roberta Ferrazzi
Ciao! Sono Roberta, benvenuta nel mio Travel Blog! Le Cosmopolite è un blog dedicato alle donne viaggiatrici come me 😀 (ma anche i maschietti potranno trovare tanti suggerimenti! 😉 ). Sono una consulente di comunicazione online e off line (Shake your S communication), una blogger e content creator con base tra Milano e il Lago di Garda e la valigia sempre in mano. Amo il design, l’arte, la moda, la musica e il ballo (il tango in particolare), il buon cibo e le grandi tazze di caffè. Viaggio spesso in solitaria alla scoperta di nuove culture o alla ricerca di un po’ di relax. Per qualsiasi domanda in merito ai miei articoli o per collaborare con me, contattami!
http://www.shakeyour-s.com

Similar Articles

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Top